annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

[CRONACHE] Un portale misterioso

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • [CRONACHE] Un portale misterioso

    ero stato informato dalla Guardia che nella notte, e senza nessun rumore apparente qualcosa si era materializzato sulla nostra Isola.
    Poco fuori dalla banca, sulla sabbia dorata della costa di ponente si ergeva un portale nero e minaccioso......
    [IMG][/IMG]
    Perlomeno pareva trattarsi di un portale, anche se nessuno era in grado di entrarci e di attraversarlo.
    Forse allora non era poi un portale, oppure, ed era il mio più grande timore, poteva trattarsi di una porta preparata non per fare entrare qualcuno, ma bensi per farlo uscire!
    Se così era, allora Magincia ed i suoi abitanti erano in grave pericolo, perchè non potevamo immaginare chi o che cosa sarebbe potuto uscire da li.
    Nel frattempo un messaggio recapitato da un falco ammaestrato mi giungeva dall'Isola di Moonglow, dove i nostri alleati MeF avevano riscontrato la presenza di un portale identico: per la prima volta ero titubante, non sapevo che fare ed avevo la sensazione che il tempo mi sarebbe sfuggito di mano.
    Infatti non ce ne volle molto: sul fare del tramonto tutti gli uomini validi erano radunati nel cortile dell'Accademia Templare, impugnavamo le armi e tenevamo a freno le cavalcature che parevano molto nervose.
    Poi tutto successe in fretta: udimmo squillare le trombe delle sentinelle, e ci precipitammo fuori, cavalcando verso il portale maledetto, da cui come formiche che sciamavano dal formicaio uscivano cavalieri scuri e mai visti prima, che attaccavano chiunque si muovesse nei paraggi.
    Già alcuni soldati di guardia erano caduti, ci organizzammo circondando la porta nera e bersagliando le figure che continuavano ad uscire, sembrava un fiume di melma, di lava, uno dopo l'altro uscivano, atatccavano gridando, morivano sotto alle nostre frecce o trafitti dalle nostre spade, o fulminati dagli incantesimi dei nostri migliori incantatori.
    Non so quanto tempo passammo così, a combattere strada per strada, ed a tentare di ricacciare indietro gli assalitori.
    Poi, quando ormai le nostre forze si stavano indebolendo notammo che si andavano formando delle crepe nel portale, sembrava si stesse sgretolando: fu allora che con il coraggio della disperazione iniziammo ad attaccare la porta stessa, colpendola con le mazze ferrate, usando pozioni solforose, finchè parve sbriciolarsi, e ne uscirono due ultimi assalitori, molto più potenti dei precedenti, e padroni di arti magiche oscure.
    Forse poteva essere la fine, ma non cedemmo, ed isolandoli uno dall'altro, dividendoci in due gruppi, riuscimmo ad averne ragione.
    Il pericolo era stato scacciato, eravamo vivi e Magincia aveva resistito....ma cosa ne era di Moonglow?
    Se eravamo stati attaccati noi, anche loro avrebbero potuto aver subito il nostro stesso destino.... con questo cupo pensiero lasciai la cavalcatura nelle stalle, tolsi l'armatura e mi sdraiai su un tavolaccio del dormitorio comune, sperando di riprendere le forze, e magari di riuscire anche a chiudere occhio.
    Mentre mi rigiravo continuamente senza riuscire a prendere sonno, udii dei passi frettolosi, balzai in piedi e mi afafcciai alla porta della cella: un soldato veniva verso di me con una piccola pergamena in mano, legata con un nastro arancio, il colore dei MeF.
    Presi la pergamena con il cuore in gola, tolsi il nastro e la srotolai: alla luce della torcia lessi soltanto poche righe, ma che mi riempirono di felicità, ed un sorriso, il primo da moltissime ore, mi si stampò in volto:

    "Argo: amico ed alleato: come temevamo l'attacco è stato sferrato, avevi ragione.
    Ma Moonglow ha resistito, siamo salvi e stiamo bene.
    Un fraterno abbraccio.
    Boromir

    Divina Zoe: i nostri alleati avevano subito la nostra stessa sorte, e pure senza il nostro aiuto avevano tenuto testa al nemico!
    Ero al settimo cielo: l'indomani all'alba sarei salpato immediatamente, Boromir doveva raccontarmi tutto, e non stavo nella pelle dal desiderio di consocere ogni dettaglio.
    Le trame di Destino erano state spezzate, dagli Zoe a Magincia, dai MeF a Moonglow, e a Zoe piacendo la pace sulle nostre terre sembrava tornare, per quel tanto che sarebbe durata.
    Non Nobis
    Argo [ZoE] Tessitore di Trame
    Bortolo [ZoE] Farmer e cuoco personale di Argo
    Meghello Bel Dur [ZoE] Crafter bergamasco
    Il Tempo non ha fretta, ne pietà . Quindi verrà il giorno, e quel giorno, Tu Crederai di Ridere.
    Originariamente inviato da Longobong
    se cercassi amicizia uscirei di casa *_*

    Originariamente inviato da TyrantZHI

    Datevi ad alchemy!

  • #2
    Amor 45, 405

    Mi ha fatto piacere poter constatare di persona che il mio carissimo amico Boromir era in perfetta salute, e che la sua città non pareva nemmeno essere stata sfiorata dall'orda nefasta che dal portale nero si era riversata sull'isola di Moonglow.
    Mi raccontò direttamente ogni dettaglio, lo scontro, l'assedio al portale e la sua distruzione, e di come fortunosamente si erano ritrovati coinvolti anche un gruppo di ignari abitanti di Radek, giuti li per commerciare.
    Però la cosa che più mi ha colpito è stato constatare di quanto e come sia cresciuta la rinata Gilda dei MeF, e del fatto che con le loro sole forse siano stati in grado di scacciare una tremenda minaccia.
    Rimasi silenzioso alla fine del racconto di Boromir, poi mi alzai e gli strinsi con forza la mano, congedandomi con queste parole: Boromir, amico ed alleato fedele, ben presto avremo importanti novità per voi e per la vostra Gilda, attendete le nostre comunicazioni.
    Mi congedai e raggiunsi in fretta il porto, dando ordine di salpare per Magincia, mentre rilasciavo un falco addestrato che recava un ordine di convocazione urgente del Consiglio di Zoe da tenersi al mio ritorno.
    Guardai le coste di Moonglow allontanarsi dolcemente dalla nave, e respirai l'aria salmastra a pieni polmoni, poi, mentre il sole rossastro si tuffava in mare scesi nella mia cabina per approfittare della notte di navigazione per un sonno ristoratore.
    Argo [ZoE] Tessitore di Trame
    Bortolo [ZoE] Farmer e cuoco personale di Argo
    Meghello Bel Dur [ZoE] Crafter bergamasco
    Il Tempo non ha fretta, ne pietà . Quindi verrà il giorno, e quel giorno, Tu Crederai di Ridere.
    Originariamente inviato da Longobong
    se cercassi amicizia uscirei di casa *_*

    Originariamente inviato da TyrantZHI

    Datevi ad alchemy!

    Commenta


    • #3
      Amor 58, 405

      Le facce dei Consiglieri riuniti erano rilassate, i volti sorridenti: era da molto tempo che non si riunivano per discutere di questioni tremende e di imminenti pericoli o di battaglie attese.
      Li, oggi, si discuteva di avvenimenti si gravi e tremendi, ma con un lieto fine e soprattutto che gettavano anche una luce positiva sull'immediato futuro.
      Mi schiarii la voce e presi la parola, alzandomi in piedi:

      Fratelli, sono strascorse moltissimme lune, svariate primavere, da quando la città di Moonglow è divenuta de facto un Protettorato del Regno di Magincia.
      Alterne vicende si sono susseguite, fino al recente e terribile attacco dell'esercito di Destino, che fortunatamente è stato sventato.
      Non solo: gli abitanti di Moonglow, e la Gilda dei MeF che vi risiede, sono stati perfettamente in grado di difendere la propria città, e di scacciare il nemico che li assediava.
      Ormai i nostri alleati si sono rafforzati di molto, da quando la Gilda è stata rifondata da Lord Boromir: sono cresciuti di potenza e numero, oltre che di qualità nella selezione dei reclutamenti e nell'attribuzione delle cariche.
      La battaglia dei giorni scorsi ce lo ha dimostrato: i MeF sanno perfettamente badare a se stessi, ed io credo che sia giunto il momento di restituirgli la piena sovranità su Moonglow ed i suoi territori.


      I Consiglieri annuirono uno ad uno, alcuni accennarono anche ad un brevissimo applauso, rivolto idealmente ai nostri cari Amici ed Alleati d'oltremare, poi come vuole la tradizione mettemmo ai voti la mia proposta, riponendo un sassolino bianco in un calice per mostrare il nostro consenso, oppure nero per il dissenso.
      Presi il calice e lo rovescia sul drappo rosso steso al centro del tavolo: tutti i sassolini erano bianchi, la decisione era stata presa, e presto Moonglow sarebbe diventata, a tutti gli effetti, la capitale di un nuovo regno, fiero ed indipendente: il Regno di Moonglow.
      Argo [ZoE] Tessitore di Trame
      Bortolo [ZoE] Farmer e cuoco personale di Argo
      Meghello Bel Dur [ZoE] Crafter bergamasco
      Il Tempo non ha fretta, ne pietà . Quindi verrà il giorno, e quel giorno, Tu Crederai di Ridere.
      Originariamente inviato da Longobong
      se cercassi amicizia uscirei di casa *_*

      Originariamente inviato da TyrantZHI

      Datevi ad alchemy!

      Commenta

      Sto operando...
      X