annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

[Background] L'oscura presenza

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • [Background] L'oscura presenza

    Erano passate parecchie lune da quando Loren aveva richiamato l'anima di quella spia nei sotterranei di Radek. Un senso di inquietudine da allora lo continuava ad affligere.
    Non era la prima volta che compiva un rituale del genere, eppure qualcosa gli era apparso strano fin da subito. Qualcosa lo stava turbando, il suo carattere ne risultava cambiato. Sempre più nervoso, sempre più arrabbiato.
    Decise quindi di intraprendere un lungo viaggio per tornare dal suo Maestro, temendo un'eventuale ripercussione del rituale su se stesso, o peggio sui suoi compagni.

    ..continua..

    Lord Warammed of Magincia [ZoE], level 5 Mage, Sindaco di Magincia
    Loren [ZoE], level 5 Necromancer, Invictus
    Fangorn McLain [ZoE], Power Player, Niente di personale... Solo Willy.
    Jinzo McLain [ZoE], level 3 Weaponsmith

  • #2
    La luce delle fiaccole creava ombre danzanti al passaggio del nano attraverso uno dei tanti corridoi sotterranei della sede Templare, questo in particolare conduceva alle cantine di cui Harfur si era preso carico. Un’unica porta dava accesso all’enorme sala immersa nel buio, nel quale il nano poteva tranquillamente aggirarsi senza rischiare di urtare qualcosa, tanto era alta la sua conoscenza di quel luogo. Ma questa volta aveva bisogno di luce, pertanto prese una fiaccola spenta e la accese rivelando un gran numero di botti di legno, di varie dimensioni e di vario colore. Per Harfur la cantina era un po’ come un luogo di culto, bisognava mantenere un religioso silenzio che faceva rispettare alla pari della Cattedrale.
    Aveva già controllato nei giorni precedenti le botti più grandi, quelle adibite al beveraggio dei Confratelli duranti i pasti importanti, nel ricevimento di ospiti e quant’altro. Ora era il momento di controllare le botti più piccole e, secondo il parere del nano, quelle più importanti. Contenevano una birra davvero speciale: birra scura di antica ricetta nanica tramandata da generazioni e umilmente ottenuta durante i vari viaggi fatti a Minoc. Per Harfur era un vero onore poter creare questa fantastica bevanda anche a Magincia e farla assaporare ai suoi più stretti Confratelli.
    Harfur ormai era diventato un esperto birraio e, complice il suo retaggio, gli bastava dare qualche colpetto al barilotto di turno per capire se la birra al suo interno fosse pronta o doveva riposare ancora. Uno in particolare era più che mai pronto per essere aperto, perciò Harfur se lo prese sotto il braccio, spense la fiaccola e stando attento ad aver chiuso bene la porta, si avviò verso il refettorio.
    Prima ancora di arrivare a destinazione il nano aveva, non si sa come, già aperto il barilotto e con un piccolo calice, che evidentemente portava sempre con sé, aveva già assaggiato la pregiata birra. Gli altri confratelli si giravano incuriositi a guardare questa figura di bassa statura, con un barilotto sotto braccio, i baffi completamente ricoperti di schiuma che canticchiava un motivetto dirigendosi verso il refettorio.
    Prima di entrare, Harfur vide il suo Confratello Loren che veniva dalla direzione opposta e, tutto contento, gli propose di fargli compagnia. Ma non aveva neppure iniziato a parlare che si accorse di qualcosa di strano in Loren. Era pallido e molto agitato, come se qualcosa lo stava affliggendo in continuazione. Probabilmente faticava anche a riposare e in più ad Harfur sembrò di sentirlo borbottare qualcosa, come se parlava a sé stesso cercando di ragionare sul da farsi, e seguendolo con lo sguardo notò che si avviava verso l’uscita dell’Accademia senza salutare nessuno.
    “Cosa combina quell’impiastro?” pensò ad alta voce Harfur.
    Poteva anche non significare nulla, ma all’improvviso salì dell’inquietudine nel cuore del nano. Guardò con rammarico l’allegra birra scura nel piccolo barile e, lasciatola nelle cucine, andò a cercare qualcuno che sapesse di più su cosa stava succedendo al suo Confratello Loren.
    Harfur [Zoe]
    Nola [Zoe]

    Commenta


    • #3
      ...

      Preso giusto l'essenziale, Loren partì diretto senza comunicare a nessuno dove fosse diretto, nè perchè. Totalmente immerso nei suoi pensieri, per poco non urtava un nano ubriaco che ciondolava con un barilotto sotto al braccio e un calice di quella che, a giudicare dai suoi baffi, doveva essere birra. Che fosse quell'ubriacone birraiolo del Sommo Sacerdote Harfur?
      "Non c'è tempo, non posso rischiare.." borbottò mentre proseguì diretto, benchè l'idea di assaporare la famosa birra di Harfur con i suoi compagni fosse qualcosa per cui non si sarebbe mai tirato indietro.

      Caricò i suoi averi su una barca noleggiata al porto di Magincia, partì verso Sud-Ovest. Parecchie notti passarono prima che la nave toccasse le sponde della penisola a sud di Dairylake; da lì avrebbe dovuto raggiungere il passaggio sotterraneo che portava a Delucia. La caverna era solita essere infestata da bestie di vario genere, ma per qualche strana ragione quel giorno non se ne vedeva l'ombra.

      Raggiunse velocemente Delucia, da lì si diresse verso le stalle a noleggiare un ronzino e poi via a nord verso la Città dei Morti.

      Al suo arrivo, però, trovò soltanto orde di non morti. Il viaggio non era dunque finito.
      Per fortuna Loren conosceva le abitudini del suo Maestro: se non era nei dintorni della città, sapeva almeno un paio di posti dove poteva trovarsi. Girando il cavallo, si diresse quindi a Est, addentrandosi nel profondo delle Terre Perdute...

      ..continua..

      Lord Warammed of Magincia [ZoE], level 5 Mage, Sindaco di Magincia
      Loren [ZoE], level 5 Necromancer, Invictus
      Fangorn McLain [ZoE], Power Player, Niente di personale... Solo Willy.
      Jinzo McLain [ZoE], level 3 Weaponsmith

      Commenta


      • #4
        Parecchie lune erano passate da quando Loren aveva lasciato le mura di Delucia, le sue ricerche nelle terre perdute erano state quasi inconcludenti. Aveva trovato delle tracce del passaggio del suo maestro, si stava avvicinando. Si era diretto nelle zone paludosi, da lì un passaggio sotterraneo lo aveva condotto alle fogne di Britain, dove gli sembrò quasi di sentire una voce della sua testa.

        *scorcialo....... fuoco..... deturpalo...... morte...... ritorna.... co---e-a il ---ch--*
        La voce si faceva di nuovo debole. Un tanfo insopportabile gli pervase le narici. Odore di fogna? No... Troppo forte perfino per una fogna. Continuando nei cunicoli fu assalito da alcuni ragni, uomini ratto e topi infestati, infine vicino l'entrata dalla parte di Britain trovò due cadaveri.



        Che cosa stava succedendo là sotto?
        *....IL CERCHIO....*
        Improvvisamente la voce nella sua testa riecheggiò più forte, non aveva tempo per indagare. Doveva trovare il suo maestro, magari essendo passato anche lui da quei cunicoli avrebbe potuto rispondere anche a quel mistero... Le traccie si dirigevano a ovest di Britain, in direzione di Radek. Curiosa coincidenza... pensò fra se e se.. La voce si era rifatta forte proprio con il riavvicinarsi al luogo del rituale che lo aveva scosso inizialmente.

        *Ahahah....* "Ahahah...." una risatina silenziosa uscì dalla sua bocca senza un perchè, mentre riecheggiava allo stesso modo nella sua testa.

        ..continua..

        Lord Warammed of Magincia [ZoE], level 5 Mage, Sindaco di Magincia
        Loren [ZoE], level 5 Necromancer, Invictus
        Fangorn McLain [ZoE], Power Player, Niente di personale... Solo Willy.
        Jinzo McLain [ZoE], level 3 Weaponsmith

        Commenta

        Sto operando...
        X