annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

[Background] Un'incontro non troppo fortuito

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • [Background] Un'incontro non troppo fortuito

    ...erano passati anni ormai, l'immagine di quei giorni non lo abbandonava, fresca e purulenta come una ferita che, all'umido della stiva, non guarisce mai.
    “Se solo fossi stato li...”, “Se solo non avessimo discusso quella sera...”, “se solo mi fossi ingoiato il mio stramaledetto orgoglio...”, “Se solo...”.
    Solo. Era morto da solo. Come non dovrebbe mai morire un uomo così!
    Il ricordo del Capitano Jonathan Harker non lo abbandonava, era come se continuando a distruggersi e a logorarsi, lo tenesse ancora vivo; le giornate si ripetevano, Al giorno dormire, alla notte bere, questa l'ormai straziante routine.
    La pelle ormai guarita non rendeva più merito alle migliaia di ore passate al torrido sole tra assi logore e vele rattoppate.
    Ricky non sapeva che quella sera tutto sarebbe cambiato.
    Seduto al solito posto, del solito tavolo, della solita taverna, immerso nei soliti pensieri quasi non si accorse dell'ingresso di quella figura così tanto familiare...
    “Shayne! Ricky Shayne! Che io sia maledetto!” Affermo uno dei due.
    Alzando lo sguardo ancor non troppo assopito dal Grog, Ricky si trovò catapultato istantaneamente indietro di anni.
    “Miroku!” Con un sorriso quasi dimenticato si alzò in piedi e strinse il vecchio amico in un abbraccio liberatore. “Devo aver bevuto troppo stasera...vedo anche i fantasmi...” Esclamò l'esile elfo.
    Miroku fece per sedersi quando l'elfo indicò al caro amico oste Serpe di portare un'altro boccale di Grog.


    --------------------------------------------------------------
    Serpe...fino a qualche anno prima considerato il miglior carpentiere da navigazione di tutta Sosaria, dopo la morte del Capitano tornò a Buccaneer's Den, dove, con le ricchezze accumulate rilevò la Taverna del Filibustiere giù al porto. Da allora non si occupò mai più di galeoni.
    --------------------------------------------------------------

    A gole umide si discute meglio, ma due amici che si incontrano nuovamente dopo tanti anni, non possono fare a meno di ricordare i tempi passati...
    Quei tempi passati erano per Ricky la sua vergogna; Vergogna che tentava di dimenticare e affogare, sera dopo sera, invano.
    Per ore stettero li seduti a rivangare le avventure passate, i compagni sperduti ormai chissà dove, le imprese folli, finchè...
    “Se solo...” - “Se solo un accidenti!” Esclamò Miroku: “non è colpa tua!”
    “Lo conoscevamo tutti il carattere di Jonathan, tutti sapevamo che lo avrebbe portato alla rovina, nonostante tutto col suo carattere ci portò alla ricchezza e alla fama, non ti mancano?”.
    Gli occhi dell'elfo si accesero di una luce inaspettata.
    “Continua Miroku...tu non sei tipo da reimpatriate, tu sei qui con uno scopo ben preciso, te lo leggo in faccia”.
    Miroku non era più abituato ai colpi d'acume del bardo, quasi ne rimase sopreso, accennando un sorriso ripensò a quante volte quella brillantezza ai limiti del sovrannaturale li avesse tirati fuori da situazioni critiche...
    “Hai ragione...come semp...ehm spesso!”.
    “Sai bene che giorno è domani vero? Domani ricorre il 5° anno dalla scomparsa del Capitano, è ora che il Jolly Roger torni a splendere, ancorata a nord ovest di qui c'è la Smoking Queen con a bordo la manovalanza e gran parte del vecchio equipaggio, il nostromo Wolfgang, l'aiuto carpentiere Hadler, l'ufficiale Sgraviomatic e tanti altri volti nuovi che sono cresciuti sentendo narrare le nostre gesta nei vari porti, Jonathan non chiederebbe di meglio...”
    “Anzi rettifico, vorrebbe un unica altra cosa...”
    Miroku tirò fuori dallo zaino il vecchio cappello di Harker e lo porse a Shayne.
    “Io, Miroku?”
    “E chi meglio di te” rispose il drow.

    “E pensate che quella bagnarola possa affrontare i mari in tempesta senza di me? Poveri illusi! AH AH AH!”
    La voce del Serpe riecheggiò di speranza rinata per tutta la taverna mentre lesto si accingeva a dismettere il grembiule.
    “Domani mattina...al sorgere del sole...prima cominciamo prima partiamo e avvertite quello scansafatiche di Hadler che i giorni del riposo sono finiti!”.


    Continua...
Sto operando...
X