annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Appunti sparsi di Norik

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Appunti sparsi di Norik

    - Che bella giornata-

    Dopo essermi bevuto ben 6 pinte di birra, me ne esco fuori a far una buona passata per attaccar rissa con qualcuno, noto una scenetta molto interessante, un gruppo di persone ha attaccato rissa con un elfo, non so chi sia, ma ho cercato di fomentare la rissa per poi buttarmici in mezzo... ma con scarso risultato...

    Peccato, ma mi sembra di aver capito che quel tizio era entrato dentro per farsi la moglie del tizio... ma con scarso risultato...

    allora ho fomentato ancora di più la rissa, dando della mezza femminuccia al tizio che si era fatto soffiare la moglie dall'elfo...

    poi gran finale arriva la moglie, che non era in casa, quindi quel tizio era sul serio un furfante, visto che odio le istituzioni, ho aiutato lo stesso a farlo scappare, non mi interessa se era colpevole o non, ciò che conta, è che mi son divertito moltissimo, era buffo vedere le espressioni dei tizi...

    ora torno in locanda ad ubriacarmi, magari riesco a trovare qualcuno con cui far una bella rissa... vedremo...

    in conclusione è stata una bella giornata...

  • #2
    -uno strano tempio-

    Ultimamente, vado in giro a caccia di pelle verde, che soddisfazione, fracassare il loro cranio con la mazza pesante, la cosa ancor più divertente, è che riesco ad avvicinarmi a loro silenziosamente, non si accorgono di me, sin quando non gli arriva una mazzata sulla testa! Sono veramente stupidi a non accorgersi di me, la cosa curiosa, che uno di essi, aveva con se dei grimaldelli, chissà a cosa servono, e se mi potranno un giorno essere utile...

    -

    Mentre perlustravo senza farmi notare la radura del boscaiolo, incappo in un sentiero che porta sin su al monte, arrivato sin su, scorgo uno strano tempio, incuriosito entro, e scopro al suo interno, un tizio simile ad un elfo sia come statura che come lineamenti, ma differisce da esso, per il colore della pelle che è scura, e dagli occhi rossi...

    La cosa più interessante, parla come se fosse il portavoce di una Dea, lui la chiama dea della vendetta, la cosa mi piace, trovo interessante la parola vendetta *mentre scrive questa parola sogghigna*. Debbo saperne di più sono interessato a vendicarmi, non si sa mai, se troverò "ristoro" ed aiuto nel mio intento con questa divinità... Dovrò trovare un sapiente che mi possa fornire maggiori informazioni....

    -

    Commenta


    • #3
      -ho ucciso e depretato altri goblin, in uno di loro ho trovato degli ottimi guanti, molto ben lavorati, migliorano tantissimo la sensibilità delle mie dita, tanto a questo predatore non serviranno, *leggeroo sogghigno di norik* di solito mi piace affrontarli in uno scontro diretto, ma trovo più interessante, avvicinarmi nascosto e colpirli di arco, e poi li finisco a spadate, anchè perche alla mia pellaccia ci tengo, e questo mi pare un modo interessante per non rimetterci io.


      Inoltre, muovermi senza far rumore, attira anche meno l'attenzione, il che a volte potrebbe evitarmi spiacevoli incontri.Ho intenzione di allenarmi parecchio, nel muovermi silenziosamente.
      -

      Commenta


      • #4
        Mentre norik stava nella locanda di Amanda a sorseggiare una birra prende una pergamena e scrive qualche appunto


        Sto ripensando a quello strano tizio che aiutai a fuggire tempo fa, sapeva come muoversi bene sia con le serrature che non farsi vedere, mi disse che un giorno mi ripagherà della cortesia per averlo aiutato a fuggire, ma a questo punto potrei chiedergli di farmi da mentore, per insegnarmi qualcosa che lui mi sembra di aver capito sappia fare bene.

        Forse non mi insegnarà tutti i trucchi del mestiere, ma penso che almeno le basi possa insegnarmele.

        trovo molto interessante *sorseggia la birra*, il modo in cui è sgattaiolato via da una situazione intrigata volta al peggio ed a differenza di me, non ha usato le mani, ma solo le parole, *continua a sorseggiare la birra*

        *poi gridando AMANDAAAAAAA lo stufato di cinghiale!!!**finito di mangiare ritorna a scrivere qualcosa*

        Trovo sempre più interessante avvicinarmi ai nemici senza essere ne visto ne sentito, e quando meno se lo aspettano giù con un bel colpo secco, magari cercando di colpirlo in un punto vitale scoperto usando l'arco come faccio con i pelleverde, qualcuno sono anche riuscito ad ucciderlo con un sol colpo, comunque sono stufo di scontri diretti, è vero che lo trovo divertente quando sfogo la mia ferocia, ma se posso evitarlo preferisco, troppo rischio di morire, inoltre riuscire ad imparare ad aprire le serrature, mi permetterà di avere qualche guadagno extra, *mentre lo sta scrivendo sogghigna e fugge con la mente a qualche idea, ad esempio le case di ricchi mercanti da ripulire*, e sapermi muovere senza farmi sentir troppo, mi permetterà di non dare nell'occhio, sia quando entro sia quando esco.

        Per ora ci penserò con più interesse, continuerò ad allenarmi nel bosco e nelle zone vicino ad Ondachiara, ho molti nemici con cui allenarmi....

        Commenta


        • #5
          Oggi mentre perlustravo una zona vicino ad Ondachiara (mappa 5), vedo dei bugbear molto distratti, riesco a coglierli di sorpresa e rovistando nel loro corpo trovo delle sacchette di polvere d'argento, sono molto costose, non penso che le abbiano comprate ne rubate, perlustro la zona ed alla fine trovo le loro tracce che salgono fin sopra il crinale di una montagna li in zona, mi incammino nel sentiero senza farmi sentire sin sopra la sommità del monte, e vi trovo le porte di una miniera, le tracce portano sin dentro li, ci scommetto che lo hanno estratto da la dentro, non mi sono avvicinato oltre, troppo rischio se mi circondassero sarebbe la mia fine, non avrei vie di scampo, ma l'idea di mettere mano su quella miniera, la trovo interessante... ancora una volta ho trovato molto comodo avvicinarmi senza farmi sentire alle mie vittime, e nel silenzio, porre loro fine con una singola freccia, gli allenamenti che sto effettuando incominciano a dare i loro frutti.

          Commenta


          • #6
            Sono andato per l'ennesima volta nella radura di quegli orecchia a punta svolazzanti, sono molto più difficili da prendere alle spalle, inoltre i loro strani incantesimi mi sconvolgono troppo la mente, ma alla fine sono riuscito ad ucciderne parecchi, entro anche nella loro grotta, c'è buio pesto, ringrazio la fortuna di essere riuscito a trovare questo anello che emana una leggera fievole luce nel raggio di alcune braccia, ho avuto una caldissima accoglienza, ed io *sogghigna* ho ricambiato loro il mio affetto *sogghigna* entrando sempre più in profondità ho trovato il corpo di un uomo ormai irriconoscibile, era un debole per questo è morto, proseguendo l'espolazione sono risbucato in una immensa radura dove la natura regna sovrana, anche li mi hanno accolto calorosamente, ma sono morti molto facilmente *sogghigna* un freccia nel loro petto molto spesso è più che sufficiente.

            Ho visto un immenso albero emanare un immensa luce, trasmetteva una pace interiore quasi palpabile, io stesso che sono di indole e cuore indomito, ne ero attratto, è riuscito in qualche maniera a placare la mia rabbia, anche se per un breve periodo, ma c'e' riuscito... forse è un leggendario albero della vita di cui a volte parlano i tizi che parlano con le piante, Incomincio a sospettare, che quegli orecchia a punte svolazzanti vogliano proteggere questa pianta, ma io non sono interessato ad essa ne mi interessa distruggerla, ma a ciò che loro hanno, i loro piccoli tesori, li trovo sicuramente più interessanti di una pianta anche si di natura ultraterrena.

            Commenta


            • #7
              Sto continuando da solo i miei allenamenti, sia con le armi, con l'arco, sia nell'avvicinarmi senza farmi sentire, ma con scarso successo, forse più che sentire i miei passi, penso che riescono a sentire il mio odore, *sogghigno*, in compenso l'altro giorno, sono riuscito a scassinare la mia prima serratura, ci ho rimesso 5 arnesi da scasso, ma alla fine ci sono riuscito, non male per non avere un mentore, me la sto cavando abbastanza bene, ho provato anche a disarmare delle trappole, che ho trovato nel covo dei pelle verde, un paio mi sono scattate, ma perlomeno sono riuscito ad evitarle, altre invece sono riuscito con un po' di fortuna a disarmarle. E' molto dura da solo, ma con la giusta determinazione, penso che dovrei farcela, sono convinto che mi manca ancora poco per raggiungere il mio obiettivo, ossia padroneggiare senza fatica le arti del mitetismo, nel riuscire a disarmare trappole, scassinare serrature, e magari, riuscire a derubare qualche ricco mercante... più passa il tempo, più mi accorgo, che la mia vista si sta affinando, riesco sia a trovare più facilmente le trappole, sia a scorgere i nemici nascosti nella boscaglia...

              Giusto l'altro giorno, sono riuscito a scorgere sia dalle tracce nel terreno e con la vista un gruppo di pelle verde che volevano farci un agguato, ma alla fine l'agguato l'ho portato io da solo nei loro confronti *sogghigna* e li ho sterminati tutti!!!
              Sono curioso di vedere sino a che punto riesco ad arrivare.

              Commenta


              • #8
                uno strano attacco...

                L'altro giorno, mentre tornavo in città con compagni d'arme d'occasione, scorgo in terra delle grosse orme di animale, dirette vs Ondachiara, non riesco a capire di che animale sono, ma erano grosse, molto grosse... le abbiamo seguite senza farci sentire, ed alla fine ho visto un grosso grasso orso bianco attaccare una guardia di pattuglia, alla fine l'ha dilaniata, a nulla è servita la corazza che portava, l'elfo che era con noi, non aveva intenzione di intervenire, ma alla fine ho preferito agire io perchè una bestia di quelle dimensioni che vaga vicino ad Ondachiara e non teme le persone, non si fa scrupoli ad attaccare un gruppo di persone, meglio attaccare per primi che essere attaccati, visto la mole dell'animale... per fortuna siamo riusciti a sopraffarlo, ma poco dopo ne è arrivato un altro grosso quanto e quello... ed anche quell'altro orso e caduto...

                Con un po di fatica, abbiamo raccolto il corpo della povera guardia, e siamo entrati in città, un' altra guardia di pattuglia, ci ha detto il nome dello sventurato, marshall mi pare, ma ormai quando sei morto, il tuo nome non ha più importanza per chi non si conosce come in questo caso, ci ha consigliato di portare il corpo alla cappella di Byrm, cosa che con fatica abbiamo fatto, li il prete, si è occupato di lui...
                A dire il vero non mi interessava molto portare il corpo dal prete... ma per la sua famiglia, riabbracciarlo significa sicuramente molto, avere il corpo su cui piangere, e sempre meglio che non aver nulla su cui piangere... ho dovuto anche subirmi, il sorbono del prete... che noia *impreca leggermente nello scriverlo*

                Commenta


                • #9
                  mi rode, che i bugbear si sfruttino la miniera d'argento, chissà inoltre quale altre rare risorse si trovano la sotto...
                  Decido di scendere nel covo dei bugbear, da solo forse è un suicidio, ma voglio vedere se il loro covo, comunica con la miniera, potrei provare la mattina all'alba, quando magari fanno il cambio turno, e sono troppo addormentati o accorti per accorgersi di me, si dice che abbiano problemi con il non giorno, vedremo se sono solo dicerie o è verità.

                  mi inoltro nel bosco, abbatto due predoni goblin, mi avvicino silenziosamente ai due bugbear che attualmente stanno effettuando il loro turno, li uccido, poi appoggio i loro corpi addosso ad un grosso albero, come se stessero dormendo, aspetto che i due del cambio turno, vengano a chiamarli, mi nascondo dietro un albero, e quando vedo che si sono avvicinati abbastanza per controllare i loro compagni, li attacco ed ho la meglio su di loro, che stolti non si sono nemmeno accorti delle traccie che ho lasciato nel trasportare questi corpi, ora però debbo sbarazzarmi di essi, il fiume è in piena per via delle piogge di questi giorni, dovrebbe far a caso mio, mi carico uno per volta i corpi puzzolenti dei bugbear e li butto poi nel fiume... bene, è arrivato il momento di scendere all'interno del covo, se ho fortuna qualcuno potrei anche ucciderlo che dorme...
                  Entro senza far rumore all'interno del covo, li trovo ancora a russare in una stanza li vicino, alcuni li sgozzo nel sonno, non sapranno mai cosa li ha uccisi, altri si svegliano, ma sono troppo intontiti per rendersi conto di cosa stia succedendo, inoltre sono molto vulnerabili, non imbracciano ne armi ne quelle sudice corazze di cuoio, è un gioco da ragazzi abbatterli uno purtroppo mi scappa, non sarà difficile riconoscerlo, ha un grosso tatuaggio rosso sulla spalla, se è furbo scapperà via dal covo, oppure avviserà tutti... ma giuro, che prima che sia giunto alla fine di questa missione, lo avrò ucciso...



                  Sono ancora deciso a continuare ad esplorare da solo i meandri di questo covo, quanti altri bugbear ci potranno essere, una decina, una quindicina, una ventina, al massimo una trentina? almeno 10 ora osservano le piante da un'altra prospettiva *leggero sogghigno di soddisfazione*

                  mi sembra di aver capito... che forse pensano che il nemico e maggiore delle loro forze.. non vendendo i loro compagni tornare indietro, incominciano ad avere timore *sogghigno di piacere*, quindi si asserraglieranno, e li potrò attaccare con piccole schermaglie, magari piccoli gruppi per volta, dovrebbe essere meno pericoloso per me...

                  continuo ad esplorare, trovo una porta chiusa a chiave, con alcuni arnesi da scasso, ed un po di pazienza riesco ad aprirla mi è tornato utile riuscire ad impararlo... facendo piano, apro e prosegue con un lungo corridoio, i loro pesanti passi, per fortuna, mi permettono di capire sia quanti sono, sia dove sono, sono tutti asserragliati, vogliono farmi un agguato... ma sono io che li ho colti di sorpresa, sempre avvicinandomi senza farmi sentire... pianto nel dorso dietro la schiena del primo, una spada corta che ho raccolto da un bugbear precedente, l'altro invece lo finisco in duello con lo spadone, quindi altri due in meno a cui pensare... incomincio a pensare invece che la fortuna è dalla mia, in questo ultimo scontro, non mi hanno nemmeno sfiorato... meglio approfittare della buona sorte ora che la ho dalla mia...

                  continuo a far strage dei bugbear un po' alla volta, ed anche con scontri più agguerriti, alcuni addirittura scappano terrorizzato.. sono totalmente ricoperto di frattaglie, e sangue, che mi considerano forse un demone... mi basta urlare a volte che scappano, dovrei aver quasi finito di mietere teste... tra i corpi rovisto e non trovo ancora "il rosso". mentre mi giro tutto il covo... trovo infine una grossa sala... senza farmi vedere, spio e noto che all'interno ci sono rimasti li dentro asserragliati almeno una decina di bugbear... credo che quella sia la sala principale del loro covo, e, vedo la cosa che mi interessa di più dei grossi forzieri... inutile dire che in tutto il loro dannato covo ho trovato oggetti di ogni genere, da cibo a vasellame... sicuramente avranno razziato i mercanti diretti verso ondachiara, e depredato ed ucciso chi sventuratamente si avventura solo fuori le mura...

                  sono troppi per affrontarli tutti insieme, ora sono svegli e ben armati... ed inoltre i loro preti stanno anche intonando delle strane litanie... non li debbo sottovalutare...
                  nel frattempo che penso a cosa fare, mi curo con le ultime bende rimaste, anzi no.. me ne sono rimaste altre... riprendo fiato, sono stanco molto stanco. ormai sanno che qualcosa si sta avvicinando.. forse... se li provoco per bene sul loro orgoglio guerriero... e se voglio continuare, non mi rimane altra scelta... che provare questa cosa da pazzi...

                  Sto in perfetta forma fisica, ho ripreso fiato... ma di proposito non mi tolgo il loro sangue da dosso... provo a provocarli ed prenderli per i fondelli...


                  -segue-
                  Ultima modifica di NorikDradeel; 31-05-2011, 01:11.

                  Commenta


                  • #10
                    -segue-

                    mi avvicino passando radente la parete, zoppicando di proposti sperando che mi notino così è infatti... impugno lo spadone, e gli grido!
                    "Io Contro di voi! chi vuole sfidarmi!! chi ha gli attributi per affrontare un uomo solo?"

                    So bene che le mie parole le capiscano... sento i loro brutti mugugni, stanno decidendo se attaccarmi tutti insieme, oppure... avere la mia testa come trofeo personale... alle brutte, posso spostarmi nel corridoio e mi ritroverei ad affrontarne non più di due per volta.

                    Continuo a provocarli:
                    "Siete così codardi che non avete il coraggio di affrontare un uomo da solo in un singolo duello?"
                    Spero e penso che stupidi come sono, siano così idioti di venire uno per volta, è vero che rischio, ma con tutti quelli che ho affrontato sino ad ora non mi è parso di capire che fossero dei geni nel combattere nel singolar tenzone, la loro forza, è sempre stata il numero, presi uno per volta... non sono granché.


                    Dopo qualche attimo di insaziabile tensione, il primo energumeno, si fa avanti, mi metto in guardia, il bugbear dice qualcosa che per me è incomprensibile, e carica a testa bassa, troppo lento per prendermi come sperava lui, schivo con un gioco di gambe il bestione, gli faccio lo sgambetto, inciampa cade, rovinosamente a terra non gli do il tempo di alzarsi e lo finisco con un colpo secco sul tronco del corpo, uno a zero per me...

                    Gli altri sono rimasti ammutoliti.. io nemmeno pensavo che fosse così semplice il primo scontro, meglio per me...

                    Il secondo bugbear estrae la sua spada lunga ed imbraccia lo scudo, si avvicina molto più cautamente, del precedente, emette un urlo di rabbia e poi quando si è avvicinato a me incomincia a tempestarmi di fendenti ed affondi, qualche colpo va a finire sulla corazza, qualche altro mi sfiora la pelle non coperta dalla corazza, alcuni leggeri rigoli di sangue sgorgano dalla mia pelle, aspetto la sua sfuriata iniziale, per iniziare il mio contrattacco, aspetto il suo fendente dall'alto volto a colpirmi il viso, e con la mia spada più pesante ne devio il colpo, in quell'attimo di distrazione, ne approfitto per portare un fendente di ritorno al torace, la sua corazza di pelle, viene tagliata senza problemi, il suo inutile scudo che portava al braccio sinistro non usato per difendersi, cade dalla mano che non ha più forza, il bugbear cade in ginocchio imprecando urlando di rabbia con il sangue alla bocca, mi faccio coraggio e pongo fine alla sua insulsa ed inutile esistenza, e con questo è il secondo, tutto sommato mi è andata bene, i Bugbear rimasti, mi guardano con timore, ma un terzo "eroe" si fa avanti, è armato di asce da lancio, so bene che loro sono molto abili con quelle, lascio cadere al volo il mio spadone, per imbracciare lo scudo che ho con me, per cercare di coprirmi i miei punti vitali, nel frattempo estraggo la spada lunga, i suoi lanci sono precisi e potenti, a fatica riesco a pararli o deviarli, ma poco dopo con uno scatto mi avvicino, e porto un affondo colpendogli il braccio destro, urla di dolore, non può più lanciare le sue dannate asce, con il braccio residuo, estrae una spada corta, ma la brandisce molto male, capisco che non è il suo braccio, il tempo di schivare alcune dei suoi attacchi, gli porto dei fendenti mirati per ucciderlo, con un braccio dolorante, e senza scudo è un gioco da ragazzini abbatterlo, anche il terzo Bugbear è andato... bene, do il colpo di grazia per terrorizzarli conficcando con somma gioia la mia spada nel suo petto, e poi grido: "TUTTO QUI QUELLO CHE SAPETE FARE? MHUHAHAHAHA" le mie risate colme di delirio li lascia sorpresi, questa volta i bugbear mi caricano due insieme, con scarso risultato, sono io che trapasso le loro carni con la mia spada, e sono loro che stramazzano al suolo privi di vita. Non posso credere sta andando tutto liscio, a parte qualche lieve ferita, sto avendo la meglio, faccio alcuni passi dietro e con un gesto li chiamo a me, deridendoli ed umiliandoli:
                    "SIETE RIDICOLI! NESSUNA ARMATA E' PENETRATA NEL VOSTRO COVO! SONO STATO IO DA SOLO A MASSACRARVI TUTTI, ED ORA E' IL VOSTRO TURNO, MHUHAHAHAHAHAHAHA"
                    Raccolgo il mio spadone e lo imbraccio con forza, i miei occhi sono iniettati di sangue, i loro occhi terrorizzati da una paura collettiva il terrore oggi cammina tra di loro con lo stesso passo della morte che li avvolte in un ultimo ed oscuro abbraccio. Urlo di delirio e di onnipotenza, oggi la fortuna è dalla mia parte, lascio che la furia e la rabbia si impadroniscano di me, sono io questa volta a caricarli, invece di difendersi scappano dal lato opposto, teste che volano, arti tagliati sangue ovunque, il pavimento ne è totalmente ricoperto, sino a renderlo quasi scivoloso, alla fine del mio assalto finale sono stanco ferito ma soddisfatto, ho ripulito da solo l'intero covo dei bugbear, e rovistando tra i corpi oltre a trovare "il rosso" del quale oltraggio il cadavere, inferendo ed incidendolo con la spada, riprendo fiato e medito, meglio, non far sapere più del dovuto chi o cosa ha ripulito il covo, potrebbero poi venirmi a cercare se ci fossero eventuali ed altri bugbear, inoltre, non mi pare di aver trovato il loro capo...


                    Mi rilasso un attimo, curo le mie ferite con le bende residue, ispezione la sala, è piena di forzieri, più o meno grossi, mi avvicino cautamente, ad ogni singolo forziere, controllando che non ci fossero trappole, alcuni sono con serrature chiuse, altri sono aperti, quelli chiusi con un po' di pazienza riesco ad aprirli, con molto dispiacere, dentro di essi non trovo che poco o più cianfrusaglie, anzi... quelli chiusi erano addirittura vuoti... quindi può essere che il loro capo, abbia portato gli eventuali tesori da qualche altra parte, visto che manca ed i forzieri sono vuoti, potrebbe essere un ipotesi, finisco di esplorare il covo, uccidendo qualche altro bugbear rimasto, ma non trovo quello che in realtà cercavo, un passaggio per avere accesso alla miniera... non mi rimane che uscire cautamente, facendomi vedere e riconoscere il meno possibile, non vorrei correre il rischio di avere ritorsioni contro, non so nemmeno che periodo del giorno sarà.

                    Con gli abitanti anche di ondachiara, dovrò stare tranquillo, non debbono sapere.
                    vediamo comunque se con queste cianfrusaglie riesco a rimediare qualche monete...

                    ora è meglio tornare e lavarmi da qualche parte, tutto questo sangue rappreso...

                    Commenta


                    • #11
                      -Licantropi-

                      Da quanti giorni non faccio rientro ad Ondachiara? forse quattro o cinque notti, non ha importanza alcuna, ormai non ho più nessun legame diretto con quella città.

                      Vago di notte e di giorno cercando qualcosa di interessante da fare, nemici da trucidare, nemici da uccidere, nascosto dall'oscurità della fitta boscaglia...

                      Giorni che giro, giorni interminabili, ho visto molto e non ho visto nulla, ho visto altari sacrileghi con ancora il sangue fresco, non immaginavo sino a quel punto le creature della notte potessero immolare sventurati e deboli persone che si aggirano incautamente per queste terre...

                      la zona più tetra è aldilà della palude, dove l'odore di morte aleggia nell'aria neanche fosse un allevamento di maiali, li quelle creature spaventose, quella creature della notte si aggiravano in maniera eretta, corpo da uomo e braccia con artigli, gambe, coda e testa da lupo... creature simili a cani rognosi che rosicchiano corpi di avventurieri che si incamminarono in quella zona senza far più ritorno

                      Debbo stare molto attento quando li fronteggio, molti corpi ormai privi di vita e di membra sono li buttati in terra, opera di queste creature della notte...

                      Troppo tardi per altro, mi hanno visto, sicuramente il loro fiuto è come quello di un lupo che ha fiutato la sua preda, ma questa volta la preda sono io.

                      Avranno un amara sorpresa, non sono una facile preda per loro, inutile nascondermi, il loro fiuto mi ha sentito a diverse decina di metri di distanza, è inutile usare il sottobosco o altro per non farmi vedere, sono obbligato o alla ritirata o, ad affrontarli, la prima soluzione non è per me, preferisco la seconda soluzione, affrontarli e vedere come va...

                      Eccoli i loro occhi neri come la notte più scura, mi fissano, mi ringhiano contro, poi attaccano, con morsi ed artigli, per fortuna sono molto impacciati, ultimamente la fortuna sta girando troppo dalla mia parte... non tornano i conti... ora non ho tempo di pensarci, debbo difendermi e contrattaccare, dopo i primi colpi che porto a segno incomincio ad imprecare come un fabbro nano a cui hanno fottuto gli attrezzi da lavoro, la mia arma non li ferisce, la mia spada lunga fedele compagna di mille battaglie risulta inutile contro queste creature, sono obbligato a lasciar cadere in terra lo scudo e la spada per impugnare lo spadone, magari questo lo sentono meglio, infatti così è ma in questa maniera rimango più esposto ai loro artigli, poco male, loro sono poco più che bestie, io almeno lo spadone lo so brandire bene, così è, dopo pochi minuti di combattimento li abbatto uno dopo l'altro... deboli e patetiche creature anche loro sono cadute sotto i fendenti della mia spada... mi hanno comunque ferito, per fortuna e sempre per essa... *imprecazione* in modo lieve... forse ho qualcuno che mi protegge dall'alto... un dio a cui starò simpatico, troppa fortuna... o qualche dio si vuol far perdonare di non essere intervenuto tempo fa quando io e la mia famiglia ne avevamo bisogno?

                      ora è meglio rientrare, non sono sicuro di riuscire a reggere bene altri assalti di queste creature, meglio a questo punto andare a parlare con qualche prete, magari loro possono darmi qualche illuminazione... su cosa sono questi esseri e se è normale che le mie armi non li danneggiano...

                      *raccoglie lo scudo e la spada e rientra verso ondachiara*

                      Commenta

                      Sto operando...
                      X