annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

La Ricerca - Il "Nous"

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • La Ricerca - Il "Nous"

    - Tempio di Astus, Eldarin. Ora imprecisata del primo pomeriggio -

    *Varnon era chino sui libri, come al solito. Già sei enormi tomi aveva divorato.
    Lo sguardo indagatore era lucido, nonostante le ore passate a studiare formule, teorie, incantesimi.
    Tuttavia la sua fame non era ancora placata e la recente ammissione all'Accademia di Magia di Eru lo spronava e motivava ancor di più.*

    Dev'esserci una qualche citazione...

    *I libri in oggetto trattavano da vari punti di vista della Scuola dell'Invocazione.
    L'elfo non era un Invocatore, era un mago generico come si dice in gergo. Non stava però cercando solo incantesimi, stava cercando spiegazioni. Da dove veniva quell'energia?

    L'Invocazione era l'unica scuola che creava cose dal nulla: creava spazio, energia e corpi solidi variando la densità dei primi due e per questo motivo era la più vicina alla spiegazione del mistero che occupava la mente dell'elfo.

    Il "Nous", così lo chiamava, la Mente, la capacità di plasmare le forze arcane senza l'ausilio di libri, pergamene, parole, sangue, o altro, ma solo col potere del pensiero.
    Forse era un'utopia, un vago sogno, ma lo sentiva dentro sè come una necessità imprescindibile, qualcosa di legato a lui profondamente.

    Non era certo per potere, per sete di dominio, ne tantomeno per imitare gli dei. Gli dei non avevano alcun vero interesse per lui, facevano solo parte del gioco e come tali dovevano esser tenuti in considerazione.

    Era per il desiderio di sapere, solo quello, come se una voce lo spingesse verso quella direzione...

    Erano ormai cinquant'anni che la ricerca andava avanti e ciò che aveva ottenuto era solo un lieve miglioramento della sua abilità di incantatore, il fatto di far durar più a lungo gli incantesimi, aumentarne l'intensità e poco altro.
    Non era certo quella la meta.*

    Solo formule e ancora formule... sì... qualche meccanismo di base sui moti e nient'altro!

    *Picchiò il pugno sul tavolo facendo tremare la candela lì accanto. Fece giusto in tempo a prenderla prima che cadesse sul libro.
    Gli occhi sgranati per lo spavento fissavano la cera colorare sulle mani.*

    Ahi!

    *Agitò gli arti cercando di far meno rumore possibile, dopotutto era in un tempio.
    Si guardò attorno assicurandosi che tutto fosse a posto, poi riprese a leggere il libro reprimendo le smorfie di dolore.

    Un'altra ora passò ma nessun indizio utile, solo formule, formule e ancora maledettissime formule. Lo sconforto lo stava attanagliando. Forse era veramente un pazzo ed un illuso come gli dicevano i suoi compagni di giochi, mentre lo vedevano in disparte meditare su cose del tutto estranee a dei ragazzini. "Varnon il Nero" lo chiamavano, non certo per rispetto, ma per schernirlo del colore bizzarro dei suoi capelli, dei suoi occhi e del suo vestiario...
    Si fece forza e proseguì a leggere.*

    Possibile che nessuno mai si sia posto il problema?! Forse posso permettermi di indagarlo per la mole di lavoro fatta da chi mi ha preceduto...

    *La sera era ormai vicina, quando improvvisamente un nuovo fuoco lo colse.
    Prese una decisione, forse spinto anche dal suo nuovo status di allievo dell'Accademia.*

    Forse è il fatto di cominciar ad indagare dalla cima l'errore... vediamo che accadrà cominciando dal basso studiando tutti questi meccanismi, teorie e incantesimi.
    All'Accademia avrò accesso ad una fonte praticamente illimitata.
    Dissipando passo passo la trama dai primi fili che ne sporgono giungerò a qualcosa di più... spero.

    *Finì la pagina dove si parlava della direzione del flusso da far prendere alle scariche elettriche per aumentarne l'intensità e l'effetto, quindi si alzò con uno sbadiglio ed un inconfondibile brontolio allo stomaco.
    Aveva perso ancora una volta la cognizione del tempo durante lo studio ed il suo corpo non lo apprezzava certo.
    Rimise a posto i libri e, ringraziando i sacerdoti per l'ospitalità, si diresse verso la locanda per il meritato pasto ed il successivo riposo.
    La giornata successiva sarebbe stata faticosa, avrebbe dato subito inizio alla nuova strategia: doveva trovare qualche nuovo incantesimo di invocazione, magari relativo al fuoco visto che era già in grado di creare qualche attacco elettrico minore.*
    Ultima modifica di Varnon; 30-08-2008, 15:21.
    Su Entara 3

    Raghnall Brennan
    Le Spire del Drago

    DEV

    Su Entara 2
    Varnon Malin.
    -Assistente e Portavoce del Sommo Elkhanter.
    -Istir Lùth dell'Ordine degli Ithryn.
    -Vice Rettore dell'Accademia di Magia di Ero.

    > "Discordia", la Cronaca del Passato di Eldarin.
    > "Edonnad", BG dell'Impero Elfico

    > Diario di Ricerca.

    "La conoscenza massima è la capacità di creare nuova conoscenza..."
    -----


  • #2
    "Dopo questa sera ho pensato che tenere un diario sia molto utile, quindi ecco la prima pagina.
    Ciò mi aiuterà a mantenere la mia ricerca più lineare e ad evitare che il continuo pensare aumenti l'insopportabile sensazioni di aver mille voci nella testa.
    Un mago non è esattamente normale - cosa ci sia poi di vantaggioso nella condizione di "normale" mai lo capirò e spero di non aver mai la sciagura di divenir "normale" - ma esistono dei limiti di praticità e queste voci li superano decisamente.

    Ad ogni modo, stanotte è avvenuto l'impensabile!

    Mentre studiavo nella biblioteca del tempio di Astus s'è avvicinato un elfo, assorto in qualche ricerca.
    Colto dalla curiosità mi sono offerto d'aiutarlo.

    Aveva con se un medaglione, una conchiglia bianca a sfondo blu. Sapeva solo, dal diario di un suo avo - luogo del ritrovo dell'oggetto - che era il simbolo di qualche divinità pre-Pugna.
    Purtroppo non trovai nulla sui libri del tempio e quindi decisi di usar un metodo più pratico, interrogando l'elfo e analizzando di persona il monile.
    Ricordavo che un simbolo simile apparteneva ad una divinità del mare deceduta nella Pugna, ma il nome così come altre informazioni non mi sovvenivano.

    Analizzai eventali emanazioni magiche del ciondolo prendendolo tra le mani. Notai una lontana risonanza arcana, come l'eco di un campanello, provenire dall'oggetto.

    Poi l'intuizione!

    Dopo aver avvicinato il ciondolo all'elfo esso inizia a pulsare di vibrante energia, che divenne ancor maggiore tra le sue mani.
    Un incantesimo di abiurazione era presente nell'oggetto.

    Chiesi se questo avo faceva menzione di incantatori... ed ecco che l'elfo dice che l'uomo andò a trovare dei maghi su un isola che ricercavano nuovi tipi di magia.

    Questi maghi erano i maghi dell'Arcanum!

    Il diario risaliva a quasi un millennio fà così come il ciondolo!
    L'avo era un elfo blu pirata, si faceva chiamare il capitano del Vento Nero - il Vento Nero era forse il nome del suo vascello.

    Per gli dei un oggetto creato dall'Arcanum! La cosa migliore tuttavia era la citazione di quella "ricerca di nuovi tipi di magia"! Che anche loro cercassero il Nous - o come ritenevano giusto chiamarlo -?
    Di sicuro l'avevano trovata almeno parzialmente: quell'oggetto non era certo del potere di un artefatto divino, eppure la sua magia perdurava da mille anni e riconosceva il sangue del detentore, superando così spazio e tempo. Nessuna formula conoscita, nemmeno delle superiori può garantire il persistere di tale proprietà così specializzata per tanto tempo!

    E se tale forza fosse stata sfruttata da alcuni maghi per salvarsi dal cataclisma? Avrebbero potuto benissimo creare dei rifugi ancorati in semipiani o cose simili e viverci tuttora, magari al riparo del divenire del tempo!

    Ecco la nuova via maestra, ecco il segno tanto atteso! Forse la ricerca di informazioni sull'Arcanum mi aiuterà nella missione, accanto alla strategia scelta di studiare a fondo i meccanismi delle varie scuole di magia.

    L'elfo ha detto che potrò analizzare ancora l'oggetto. Non mancherò di approfittarne, devo solo cercare un incantesimo di divinazione che mi permetta di riconoscerne le linee arcane, così da capir di più sulla sua creazione... o sul suo creatore.

    Forse il Maestro Midnight potrebbe aiutarmi nella scelta di questo incantesimo.

    Oh, è liberatorio avere un diario, credo che stanotte dopo tanto tempo riuscirò a dormire ora che i miei penseri si sono fatti inchiostro. Inoltre tra un millennio questo diario potrebbe esser di aiuto a qualche altro studioso di magia, come si è mostrato d'aiuto per me il diario del pirata.

    Varnon Malin, Novizio dell'Accademia di Magia Arcana di Ero"
    Ultima modifica di Varnon; 06-02-2008, 02:04.
    Su Entara 3

    Raghnall Brennan
    Le Spire del Drago

    DEV

    Su Entara 2
    Varnon Malin.
    -Assistente e Portavoce del Sommo Elkhanter.
    -Istir Lùth dell'Ordine degli Ithryn.
    -Vice Rettore dell'Accademia di Magia di Ero.

    > "Discordia", la Cronaca del Passato di Eldarin.
    > "Edonnad", BG dell'Impero Elfico

    > Diario di Ricerca.

    "La conoscenza massima è la capacità di creare nuova conoscenza..."
    -----

    Commenta


    • #3
      "La seconda pagina dunque.

      Direi che ho ottenuto dati soddisfacenti riguardo i fattori basilari dell'invocazione. Essa, a quanto risulta, riguarda soprattutto la creazione tramite il pensiero di qualche particella e la successiva direzione dei suoi vettori di forza.
      La particella può essere poi variata da altri pensieri di complessità proporzionale.

      Da ciò ho potuto osservare che i rituali magici, quali gli incantesimi, sembrano rappresentare la nascita, evoluzione e compimento di tali pensieri, come se la mente del mago fosse incapace di interagire direttamente con la 'realtà'.
      Quindi tra l'asserzione della meta e l'effetto della stessa si trova un'incapacità disarmante, colmata appunto da questi mezzi di concretizzazione.

      A mio personalissimo avviso è sempre meglio che il vedersi imposte mete di creazione dal fato determinato dal proprio sangue e dalla propria 'contaminazione esterna' come accade a stregoni e warlock.

      Tuttavia nel loro caso c'è un'incapacità minore del secondo passaggio - la concretizzazione -, anche se sfruttano comunque parole, gesti e altri focus, cosa che deve essere assolutamente approfondita.
      Dovrò prendermi l'appunto di passare più tempo con un rappresentante di queste due tipologie.

      La situazione degli incantatori divini e dei bardi è molto più semplice poichè ogni aspetto è intrinseco alla struttura stessa di creazione dei loro incanti: la natura, gli dei, la musica. Facile, lineare.

      Quindi per ora non sono un obiettivo di studio a breve termine, ma non lo escludo a priori.

      Mai escludere a priori possibili fonti di conoscenza.

      Stasera poi ho fatto un'altra importante scoperta. Il custode dei libri è stato così gentile da mostrarmi alcuni volumi sull'Ammaliamento, una scuola molto interessante essendo legata strettamente, dal punto di vista dell'obiettivo delle sue malie, alla mente.
      Ho approfittato dell'occasione per apprendere nuovi incantesimi, ma la cosa peculiare è stata la ricetta di creazione di un artefatto di evocazione e controllo di un elementale dell'aria.

      Evocazione più Ammaliamento, molto interessante.
      Quindi siamo di fronte sempre ad un incanto Arcano, di cui abbiamo la meta e l'effetto, ma di cui si varia la parte centrale, il fulcro della mia ricerca, la cosa che vorrei un giorno eliminare: qui il divenire dell'incanto è determinato non da parole e movimenti ma da delle componenti materiali opportunamente combinate e 'caricate'.
      Ciò mostra che sono d'innanzi ad una variabile, ed una variabile è sempre foriera di risposte.

      Ora non mi resta che cercare i componenti di tale artefatto e studiarlo a fondo una volta composto.

      Nota: La ricerca di un incanto di Divinazione adatto a scoprire di più sul medaglione dell'Arcanum continua, purtroppo non ho ancora avuto modo di parlare con il maestro Midnight, ma sono certo che ne avrò presto l'occasione.

      Varnon Malin, Novizio dell'Accademia di Magia Arcana di Ero."
      Ultima modifica di Varnon; 09-02-2008, 03:47.
      Su Entara 3

      Raghnall Brennan
      Le Spire del Drago

      DEV

      Su Entara 2
      Varnon Malin.
      -Assistente e Portavoce del Sommo Elkhanter.
      -Istir Lùth dell'Ordine degli Ithryn.
      -Vice Rettore dell'Accademia di Magia di Ero.

      > "Discordia", la Cronaca del Passato di Eldarin.
      > "Edonnad", BG dell'Impero Elfico

      > Diario di Ricerca.

      "La conoscenza massima è la capacità di creare nuova conoscenza..."
      -----

      Commenta


      • #4
        "Terza pagina.

        Le cose cominciano a farsi complesse.

        La ricerca di informazioni sull'Arcanum è rallentata e ciò mi indispone poichè è quello il filone principale del mio lavoro.

        Ad ogni modo un altra opportunità di apprendimento si è palesata in modo assai violento.

        Olaf, uno dei membri del Conclave mi ha attaccato a morte e solo grazie all'aiuto di Falco e di Ainwen ho la possibilità di vergare ancora queste pagine.
        Al risveglio in me albergava l'odio e il desiderio di vendetta, tuttavia ho subito considerato questi sentimenti come poco proficui e troppo "plebei" per dar loro la soddisfazione di occupare il mio spirito.

        A farmi salir di morale hanno contribuito Falco e Ainwen, sembrano tenere molto ad Olaf.
        Mi hanno spiegato che agiva sotto l'influenza di energia negativa iniettata nel suo sangue, come una sorta di agente tossico.
        Tale energia sembrava, da quel che ho visto - e sperimentato-, alterare quasi completamente il suo comportamento ma non intaccava ancora la sua coscenza, infatti la memoria di ogni avvenimento era palese allo stregone che una volta finiti gli effetti dell'essenza oscuro è arrivato addirittura a sincerarsi delle mie condizioni di salute.

        Bizzarro. Però che altro aspettarsi da uno stregone?

        La cosa più interessante ed eccitante però è stata la richiesta dei due amici di salvare l'incantatore schiavo di questa droga.
        Da qualche breve informazione che ho raccolto sembra che il sangue degli stregoni, pregno di essenza draconica, sia abbastanza instabile nella sua consistenza e che quindi quell'essenza negativa eserciti un'azione corruttrice continua, mentre su altri non avrebbe alcun effetto, forse solo qualche indebolimento.
        Si potrebbe iniettare energia positiva così da bilanciare l'effetto, ma è troppo rischioso, poichè potrebbe sì bilanciarlo, ma potrebbe anche creare una reazione... esplosiva.

        La via più sicura, ma più complessa, consiste nel compiere un rituale di abiurazione che estragga ogni parte d'essenza negativa dal sangue di Olaf, salvandolo così dagli effetti immediati e dalle necessità future.
        Ora devo cercar di creare questo rituale con tutto l'aiuto che posso trovare, poichè un piccolo errore vorrebbe dire privar dei poteri lo stregone... o peggio.

        Tra l'altro Olaf mi ha donato un componente molto utile per l'esperimento di evocazione, ora mancano solo altri due componenti, uno dei quali mi verrà consegnato da Falco una volta risolto il problema dello stregone.

        Oltre a ciò dall'accademia è arrivato l'ordine di raccogliere informazioni su di una creatura demoniaca, nata dall'assassinio del Patriarca di Killian in un qualche rituale.
        Veramente strano, per rituali simili le vittime devono essere consenzienti ed escludo che un uomo come il Patriarca possa essersi volto a qualche oscuro culto.
        A meno che dietro non ci siano motivi ben più sottili. Sicuramente ed ho già qualche idea in proposito.

        Sarà anche questa una ricerca interessante ed ora che la torre maestra dell'Accademia è nuovamente agibile i miei studi procederanno sicuramente più veloci.

        Varnon Malin, Novizio dell'Accademia di Magia Arcana di Ero."
        Su Entara 3

        Raghnall Brennan
        Le Spire del Drago

        DEV

        Su Entara 2
        Varnon Malin.
        -Assistente e Portavoce del Sommo Elkhanter.
        -Istir Lùth dell'Ordine degli Ithryn.
        -Vice Rettore dell'Accademia di Magia di Ero.

        > "Discordia", la Cronaca del Passato di Eldarin.
        > "Edonnad", BG dell'Impero Elfico

        > Diario di Ricerca.

        "La conoscenza massima è la capacità di creare nuova conoscenza..."
        -----

        Commenta


        • #5
          "Quarta pagina,

          ultimamente ho avuto poco tempo per la ricerca del Nous ed è un vero peccato visto che la Torre Maestra e la sua immensa biblioteca è ora agibile.

          L'incarico d'investigazione sui fatti accaduti al patriarca mi ha preso molto tempo, anche se i risultati sono stati molto buoni ed ho già inoltrato il resoconto al Conclave. Speriamo siano utili al maestro Kryogene.

          La cosa più importante è che hanno dato spunti per ulteriori approfondimenti su chi cercare e di che cosa si tratta.

          Comunque sia anche da questo lato sembra che Astus mi assista, poichè tutto verte ancora attorno a rituali di Evocazione e conseguenti incantesimi di Divinazione per identificarli, ciò vuol dire un maggior numero di dati, maggior numero di conoscenza.

          Questo è ciò che conta.

          Inoltre ho portato all'Accademia due pezzi recuperati dai rottami dei Golem che poco fa attaccarono le porte di Eldarin.
          Speriamo si possano utilizzare per risalire al metodo di creazione e attivazione dei golem. Se fosse ciò sarebbe molto utile sia all'edilizia delle parti ancora da ristrutturare delle torri, sia per difesa... un esercito di golem non è qualcosa di insignificante.

          Certo, sarebbe insignificante o quanto meno non così fondamentale se la ricerca di Arcanum desse i suoi frutti, ma tale raggiungimento è ancora lontano.

          Va bene così però, le scale graduali sono il miglior approccio allo studio e tutti questi avvenimenti mi saranno utili per comprendere meglio ciò che un giorno mi troverò di fronte.

          Varnon Malin, Novizio dell'Accademia di Magia Arcana di Ero."
          Ultima modifica di Varnon; 18-02-2008, 13:53.
          Su Entara 3

          Raghnall Brennan
          Le Spire del Drago

          DEV

          Su Entara 2
          Varnon Malin.
          -Assistente e Portavoce del Sommo Elkhanter.
          -Istir Lùth dell'Ordine degli Ithryn.
          -Vice Rettore dell'Accademia di Magia di Ero.

          > "Discordia", la Cronaca del Passato di Eldarin.
          > "Edonnad", BG dell'Impero Elfico

          > Diario di Ricerca.

          "La conoscenza massima è la capacità di creare nuova conoscenza..."
          -----

          Commenta


          • #6
            "Quinta pagina,

            Questa sera ho assistino ad uno spettacolo splendido.

            Al tempio di Kira ho partecipato alla cerimonia di iniziazione di Fanrgo, presieduta dalla Matriarca del Tempio e dall'Imperatrice in persona!
            Era presente anche Falco che sembra aver qualche profondo legame con quest'ultima, non me l'aspettavo di certo.

            Poi la nostra sovrana si è avvicinata a me salutandomi e promettendomi un incontro con nientemeno che Lord Elkhanter!

            Probabilmente è il mago più potente tra il nostro popolo e tenendo presente che il nostro popolo è il più affine alla magia non escludo che sia l'incantatore più grande di Ero.

            Dunque attendo questo momento con ansia.

            Tuttavia in questo incontro ho scoperto un grosso errore nella mia ricerca, o quanto meno una mancanza notevole.

            Io sono un discreto alchimista, sono un elfo ed ho una certa affinità con la natura, ma non l'ho mai considerata un gran chè per quanto riguarda i miei studi arcani.

            Eppure quella sera l'Imperatrice citò la creazione da parte di Kira di un albero sacro, le cui radici si nutrono dalla Trama Magica stessa!
            Ciò, secondo il raccondo, è la fonte della nostra predisposizione arcana.
            Ho cercato ovunque qualche segno dell'origine della magia e non ho mai osservato che un indizio importantissimo era proprio innanzi a me, o meglio, dentro di me!

            Molte massime filosofiche dicono che il luogo migliore ove nascondere le risposte della vita è dentro le persone perchè mai cercheranno in quel luogo.

            Almeno nel mio caso si è rivelato veritiero.

            Comunque, dopo tale illuminazione ho subito visto con occhi diversi ad esempio l'arte alchemica che da foglie e altri oggetti naturali riesce a estrarre principi arcani o divini, comunque cose legate alla magia.
            Come ad esempio c'è una pozione che aumenta la forza di chi la beve, ho sempre pensavo che fosse una qualche interazione biologica, ma se fosse così creerebbe grossi danni alla struttura fisica, mentre non ne crea affatto, esattamente come gli incantesimi di trasmutazione.

            Quindi nella natura vi è un'orma, una presenza sperimentabile dell'essenza pura della Magia. Negli alberi, negli esseri viventi, negli elementi, è presente questa volontà superiore come frammento.
            Io invece ho sempre creduto che fosse materia inerte.

            Da ciò si può teoricamente suppore che un individuo capace di plasmare direttamente questo tipo di essenza con la sua mente possa controllare completamente ogni cosa creata.
            Sarebbe un dio o forse anche di più.

            Ed ecco un altro indizio di ciò che cerco, non certo la divinità, ma la comprensione del principio originale che crea e ordina.

            Spero che l'incontro col primo Consigliere mi illumini su questi punti. Non so se questo Albero Sacro sia solo un'immagine o un albero vero sito in un qualche luogo. Se fosse il secondo caso il vederlo o quantomeno percepirlo potrebbe essere determinante per i miei fini.

            Dopotutto sono un Elfo, frutto di questo Albero. Che anche in questo caso la risposta su dove sia si trovi dentro di me?

            Possibile, ma ho bisogno di aiuto per scoprirlo.

            Varnon Malin, Novizio dell'Accademia di Magia Arcana di Ero."
            Su Entara 3

            Raghnall Brennan
            Le Spire del Drago

            DEV

            Su Entara 2
            Varnon Malin.
            -Assistente e Portavoce del Sommo Elkhanter.
            -Istir Lùth dell'Ordine degli Ithryn.
            -Vice Rettore dell'Accademia di Magia di Ero.

            > "Discordia", la Cronaca del Passato di Eldarin.
            > "Edonnad", BG dell'Impero Elfico

            > Diario di Ricerca.

            "La conoscenza massima è la capacità di creare nuova conoscenza..."
            -----

            Commenta


            • #7
              Il Sangue di Vampiro

              "Sesta pagina.

              E' passato parecchio tempo dall'ultimo aggiornamento poichè molte cose hanno preso la mia attenzione.

              L'incontro con Elkhanter e la nomina a suo assistente, l'investimento ad Arcano dell'Accademia, la scoperta dei Santuari e dell'Alta Magia precedente al Grande Disatro, le novità sulla ricerca dei Golem e dell'evocazione di Elementali.

              Cose che ancora devono ben amalgamarsi nella mia mente. Tuttavia ogni cosa verte attorno il punto principale: la ricerca del Nous e tale ricerca sembra ottenere sempre più riscontri.
              Ho appreso come potenziare con la forza di volontà i miei incantesimi e soprattutto ho avuto prova che prima del Grande Disastro la magia era pura, determinata dai pensieri e non dalle parole e si estendeva dalla cura alla creazione di elementi.
              Ne divina, ne arcana, solo magia, Alta Magia, la linfa dell'Albero della Conoscenza, ciò che probabilmente dominavano gli Alti Maghi Elfici di ere fa.

              Il libro della Magia Prosaica infatti non è composto da rune da leggere, ma da rune da "pensare" e tale pensiero creava l'effetto.
              Comprendo anche che la ricerca sarà molto lunga, la traduzione fatta dai maghi più potenti è ancora minima e non credo nemmeno che una traduzione dalle rune all'attuale magia arcana sia veramente un obiettivo di valore. Certo avremmo nuovi incantesimi... ma non è quello il punto.
              La realtà è che il vero obiettivo è tradurre la magia arcana nell'Alta Magia... ciò sarà il mio obiettivo, per quanto lontano possa essere.

              Gli esperimenti riguardo golem e elementali procedono, soprattutto i secondi. Per i golem attendo l'incontro con Elkhanter che mi istruirà su nuovi dati e mi farà parlare con lo gnomo pazzo creatore dei pezzi di golem che ho recuperato.

              Inoltre il problema del Patriarca è in via di scoperta, abbiamo ottenuto dati interessanti sul procedimento rituale. E' solo questione di tempo.

              Tutto quindi procede ottimamente!

              Un'alta via però si è aperta. Vampiri.

              Speravo che tali creature avessero maggior giudizio, invece si sono lanciate come lupi sulla gente di Ero e, come prevedibile quando si spezza l'equilibrio, hanno subito un duro contraccolpo.
              Ieri sera siamo stati vicini al distruggere Auriel, il povero paladino mutato. In vano abbiamo cercato di condurlo al tempio per cercar di ritornare vivente, è fuggito.
              Comunque confido che la pietà mostrata a lui sia utile per smuovere la sua volontà. Che resti vampiro se lo desidera, ma che inviti i suoi fratelli a ricercare con meno veemenza l'autodistruzione!

              Cosa più importante è stato l'esito della battaglia contro un gruppo di vampiri disputata da rappresentanti di tutte e tre le città.
              I cadaveri delle creature mi hanno permesso di recuperare diverse fiale del loro sangue. Le ho portate per la maggior parte all'accademia - cosa di cui ho fatto rapporto - ed un paio da portare con me nel caso debba studiare la cosa nello studio di Elkhanter.

              Li studierò a fondo alla ricerca di qualsiasi indizio utile che possa arricchire i dati che già dispongo. Essi traggono potere dal sangue dei mortali e il sangue che scorre nelle loro vene deve essere quindi mutato in qualche modo rispetto a quando giaceva nelle vene delle vittime.
              Tale processo di mutazione potrebbe indicare la caratteristica fondamentale della maledizione vampirica.

              Ho molto da fare e notevole conoscenza da recuperare.

              Varon Malin, Arcano dell'Accademia di Magia di Ero."
              Ultima modifica di Varnon; 08-03-2008, 15:31.
              Su Entara 3

              Raghnall Brennan
              Le Spire del Drago

              DEV

              Su Entara 2
              Varnon Malin.
              -Assistente e Portavoce del Sommo Elkhanter.
              -Istir Lùth dell'Ordine degli Ithryn.
              -Vice Rettore dell'Accademia di Magia di Ero.

              > "Discordia", la Cronaca del Passato di Eldarin.
              > "Edonnad", BG dell'Impero Elfico

              > Diario di Ricerca.

              "La conoscenza massima è la capacità di creare nuova conoscenza..."
              -----

              Commenta


              • #8
                - la calligrafia è più grossolana e pesante rispetto al resto del diario -

                "Settima pagina.

                Vampiri. Non si sente altro.

                Sono arrivati persino ad inquinare la sacralità della Foresta d'Avorio e Fanrgo mi ha parlato degli strani comportamenti di Ainwen.

                Credevo che Asteria fosse riuscita ad estirpare l'essenza negativa in lei, non era ancora morta e quindi era salvabile.
                Che quei vampiri le abbiano dato nuovamente la caccia e questa volta si siano sincerati dell'esito?

                Questa possibilità mi strugge l'animo e fa crescere in me sentimenti quali l'ira e la vendetta.
                Sentimenti tutt'altro che utili, ma non posso fare a meno di desiderare la fine più dolorosa possibile per quelle creature.
                Se solo avessero agito più tardi, se solo si fossero palesati al compimento della mia ricerca sui golem a quest'ora le loro dimore e i loro corpi sarebbero stati smembrati dalle inesorabili forze dei costrutti! Essi non hanno carni di cui nutrirsi e da cui cavar progenie.

                Devo mantenermi lucido, devo mantenermi saldo.

                Dunque, queste fiale di sangue di vampiro che ho recuperato ancora non hanno dato alcun risultato, tuttavia ho incontrato l'Arcimago in persona.
                Egli mi ha suggerito che il problema del vampiro una volta creato sta in un duello di volontà, tra il mortale e tra il parassita di energia negativa.
                Per questo i necromanti possono controllare i vampiri, sebbene siano non morti atipici, poichè fanno leva su tale essenza che loro controllano con maestria.
                Inoltre ho trovato la pergamena dell'incantesimo in questione, Controllare Non Morti.
                E' estremamente potente, non posso ancora memorizzarlo e lanciarlo senza l'ausilio della pergamena ed usarlo su un unico vampiro sarebbe uno spreco, sebbene di tali pergamene anche William sia armato.

                Devo cercare di trovarne un uso più proficuo. Forse la soluzione del vampirismo è qualcosa di impossibile, ma un paliativo, qualcosa che smorzi questa minaccia si potrà ben fare!

                Se l'incantesimo che ho trovato esercita una coercizione sulla parte "oscura" e se tale facoltà fosse a disposizione di chi è affetto da tale maledizione si potrebbe creare un vampiro libero almeno in parte dal funereo obbligo di morte.

                Forse sfruttando la parte materiale e i focus dell'incantesimo e combinandoli con un siero ottenuto dal sangue che ho recuperato sarà possibile creare una pozione che acquieti la Fame temporaneamente... ma sono tutte supposizioni, avrei bisogno di tempo, molto tempo.

                Ma non ho tempo!

                Certo, si creerebbe forse una creatura più potente di un vampiro normale, non per facoltà, bensì per lucidità... ma se ciò servisse a riportare equilibrio è un rischio accettabile.
                Dopotutto ho sentito di storie di elfi arrivati al limitare della loro secolare vita diventare Lich per proseguire le loro ricerche.

                Non ho idea da dove cominciare, dovrò aguzzare l'ingegno e la vista per cogliere ogni opportunità.

                Quando Elkhanter tornerà dai suoi viaggi dovrò assolutamente parlargli.

                Varon Malin, Arcano dell'Accademia di Magia di Ero."
                Su Entara 3

                Raghnall Brennan
                Le Spire del Drago

                DEV

                Su Entara 2
                Varnon Malin.
                -Assistente e Portavoce del Sommo Elkhanter.
                -Istir Lùth dell'Ordine degli Ithryn.
                -Vice Rettore dell'Accademia di Magia di Ero.

                > "Discordia", la Cronaca del Passato di Eldarin.
                > "Edonnad", BG dell'Impero Elfico

                > Diario di Ricerca.

                "La conoscenza massima è la capacità di creare nuova conoscenza..."
                -----

                Commenta


                • #9
                  L'Alta Magia

                  "Ottava pagina.

                  Ci sono quasi riuscito. Ho lavorato sulla prima runa tradotta da Xanabas - "Creazione" - e ho toccato il fluire dell'Alta Magia e l'ho in parte usata, ma ne sono stato sopraffatto.
                  Per giorni ho dimenticato molte cose, come lanciare incantesimi del Terzo Cerchio, come creare pozioni e incanti... e ho quasi dimenticato me stesso.

                  Il risultato è stato la creazione di un globo di energia viva, forse parte della mia, che spero potrà essere usato per alimentare costrutti, così come in forma superiore ha alimentato il Teleporta.

                  Ma a che prezzo?

                  Ho rischiato più della mia vita...

                  Ora comprendo la follia che ha preso Xanabas. Il suo potere gli ha permesso un accesso più profondo nel mare dell'Alta Magia... ma a prezzo della sua anima.

                  Quindi a che punto vi si più accedere con una relativa sicurezza?

                  Fin ora ho ottenuto come risultato la capacità di potenziare le mie magie e questa creazione...

                  C'è stata una particolarità che ho notato quando ho percepito quell'energia: la presenza di miriadi di sensazioni, non solo arcane, ma alcune simili ai poteri di Asteria, altre ai poteri di Garadas.

                  Mi sentivo come in un giardino con miriadi di profumi, riuscendone a riconoscere solo uno. Alla fine gli altri mi hanno spinto nella confusione e nell'oblio.

                  Anche qui sembra dunque che abbia commesso l'errore di partenza, cioè cominciare a indagare dalla cima, senza passare attraverso gli scalini.

                  Prima di avventurarmi di nuovo in tale avventura dovrò quindi non solo abituarmi a quei profumi, ma anche riuscirli a creare.
                  Non certo divenendo chierico o druido.

                  Nell'esplorazione di Tarok con Asteria ho trovato una pergamena, recante le parole per evocare un incantesimo Divino.
                  Ho provato a recitarlo, ma nulla.
                  Evidentemente si tratta di una preghiera che può essere usata solo dai Chierici.

                  Ma se riuscissi ad usare il principio dell'Alta Magia secondo cui è il pensiero ha creare l'effetto, potrei comprendere l'effetto della pergamena, pensarlo ed usare quindi ciò che ho appreso dell'Alta Magia per lanciarlo.

                  Sarebbe fantastico, poter lanciare ogni tipo di incantesimo, proprio come facevano un tempo gli Alti Maghi. Certo, avrei bisogno di pergamene, ma sarebbe comunque un grande passo avanti che mi permetterebbe di familiarizzare con quei poteri e non ricadere nel rischio di perdermi affrontando lo studio del Libro.

                  Vedrò di lavorare a ciò parallelamente rispetto alla ricerca sui Vampiri, in modo da non trascurarla.

                  Sono a buon punto anche in quella, tuttavia avere un vampiro con cui dialogare sarebbe ottimo, sempre che tale vampiro non venga eccessivamente distratto dal mio collo.
                  I novizi dicono che il bardo di navel sia un Vampiro. Anche Kriogene e Nyaar hanno avuto questa percezione ed io ho intravisto nelle sue parole qualcosa di famigliare, qualcosa detto anche da Auriel.
                  Forse è così, o forse no. La Divinazione mi aiuterà a svelare la cosa.
                  Mi sembra che riesca bene a vincere la Fame, parlare con lui potrebbe essere molto importante, visto che sto proprio studiando un siero che aiuti questo tipo di vampiri a mantenersi il più lucidi possibili.

                  La loro distruzione non è certo il mio scopo. Non è colpa loro se qualcuno si è eretto a Dio nei loro confronti, tuttavia alcune di queste creature sono diventate troppo pericolose e in questi casi è una questione di sopravvivenza eliminarli.
                  Confido però che non tutti siano così e il bardo dimostra questo punto. Spero che se riuscirò a scoprirlo non mi veda come una minaccia, cosa che non sono, un vampiro è ancora troppo per me come avversario.

                  Vedrò che fare, ora è tardi e da poco mi sono ripreso dall'esperimento della runa. Devo riposare.

                  Varnon Malin.

                  Nota: Magistus in persona ha verificato la natura del bardo. E' effettivamente un vampiro. Dovrò agire in fretta."
                  Ultima modifica di Varnon; 17-03-2008, 16:18.
                  Su Entara 3

                  Raghnall Brennan
                  Le Spire del Drago

                  DEV

                  Su Entara 2
                  Varnon Malin.
                  -Assistente e Portavoce del Sommo Elkhanter.
                  -Istir Lùth dell'Ordine degli Ithryn.
                  -Vice Rettore dell'Accademia di Magia di Ero.

                  > "Discordia", la Cronaca del Passato di Eldarin.
                  > "Edonnad", BG dell'Impero Elfico

                  > Diario di Ricerca.

                  "La conoscenza massima è la capacità di creare nuova conoscenza..."
                  -----

                  Commenta


                  • #10
                    Lord Elkhanter, li 17 Aprile

                    mi perdonerai se ho usato l'incanto di telepatia, ma i tuoi ultimi appunti sono spaventosi.
                    Mi rende particolarmente orgoglioso, la tua tenacia e le forze, l'impegno che impegni nella tue ricerche fanno di te un grande studioso.
                    Ma i mezzi che impieghi ti rendono uno STOLTO!
                    Non mi scuserò più con un mio allievo per la durezza delle mie parole, la magia è una scelta di conoscenza, una via che perseguita con interesse, dedizione e saggezza!
                    Non ti ho scelto come mio allievo per vederti quasi del tutto perdere la memoria sui tuoi incanti, o per vederti cacciatore di figure oscure come i vampiri.

                    Cosa realmente sai sui vampiri?

                    Non vedere il mondo solo in rapporto ai tuoi obbiettivi, se la strada ti porge degli ostacoli, non aggirarli ma prenditi il tempo di imparare a capire come superarli.
                    Ho gia perso una delle mie migliori apprendiste, perchè troppo curiosa e troppo poco saggia per saper cogliere il giusto nei miei rimproveri, non ti permetterò di commettere i suoi stessi errori!

                    Ho informato il Gran Sacerdote Ilmater, ti è revocato l'accesso al libro di Magia Prosaica e agli appunti di Xanabas.
                    So che questa possa sembrarti una limitazione alla conoscenza, ma se ti fidi delle parole del tuo stanco maestro, capirai che è per il tuo bene.

                    Al nostro prossimo incontro, ti insegnerò l'arte della trasmutazione che permette al metallo, argilla o qualsivoglia materiale inanimato di prendere vita magica animata dal potere di un suo creatore.

                    Preparati a numerosi insucessi, come ti ho già detto non sei ancora in grado di gestire tale magia.. ma se è questo che posso fare per tenerti lontano dai pericoli, lo farò.
                    Porta a lezione una piccola statuetta di legno, con articolazioni snodabili; inizieremo da quella e raggiungimi nel mio studio premunito di un trattato di trasmutazione, sulle pratiche generali di tale scuola, una descrizione dettagliata di ogni incantamento e un allegato sui disastri dei maghi incapaci in tale ambito!

                    Lord Elkanter, Primo Consigliere di Eldarin.

                    Commenta


                    • #11
                      *La pagina del diario era scritta a foggia di lettera, ben sapendo che il maestro l'avrebbe letta.*

                      "Maestro,

                      leggo le vostre parole e il vostro divieto di accedere ulteriormente al Libro non come punizione, ma come conferma di ciò che ho maturato in questi giorni, cioè di approcciarmi a tali studi in modo graduale e proporzionale alle mie possibilità.

                      Per quanto riguarda quindi lo studio dell'essenza magica fondamentale ho deciso di studiare il metodo dell'Alta Magia non cercando di usarne direttamente le rune, ma cercando con pazienza di abituarmi al suo sistema di esecuzione, cioè "simbolo" "pensiero" "effetto". E i simboli più semplici e vicini sono le pergamene.
                      A tal proposito ho acquistato due pergamene molto semplici di magia arcana e divina per studiarle sotto questo punto di vista, visto che l'Alta Magia non conosceva distinzione tra 'Arcano' e 'Divino'.

                      Per quanto riguarda la ricerca - non certo la caccia - sui vampiri sono riuscito a isolare molte loro caratteristiche grazie allo studio del loro sangue, come le loro debolezze maggiori ed alcune minori. Tale resoconto l'ho poi diffuso all'Accademia.
                      Tale studio è stato dettato dalla necessità e dall'urgenza della minaccia che ha persino corrotto una driade di un albero poco fuori Eldarin.
                      Ora l'Accademia grazie ad un rituale perfezionato dall'Arcimago è riuscita ad estirpare la maledizione da un soggetto consenziente.
                      Questo dovrebbe quindi porre fine, almeno dal punto di vista dell'urgenza, a tale ambito.

                      Per la ricerca sui Golem ho consegnato i trattati e gli appunti recuperati a maghi più esperti dell'Accademia in modo che possano svilupparli con più profitto. Quindi non mi occuperò più di questo argomento almeno fino a quando non avrò la potenza necessaria a gestire gli incanti necessari.

                      Ho ottenuto poi tutti i componenti per la creazione dell'artefatto in grado di evocare l'Elementale dell'Aria, attendo di incontrarvi per completarlo.

                      In conclusione ho deciso - ora con maggior decisione anche in relazione al vostro consiglio di affrontare gli ostacoli e non aggirarli - di seguire solo il primo punto che vi ho menzionato, cioè cercare di abituarmi mentalmente, in modo graduale e paziente, allo stile dell'Alta Magia applicandola agli incanti che posso facilmente eseguire.
                      Ciò ha già dato il risultato di permettermi di modulare la potenza degli incantesimi del Primo Cerchio e sono vicino al poter usare in egual misura pergamene di ogni tipo di magia, basandomi sull'unico fluire dell'Essenza che scorre dall'Albero della Conoscenza.
                      Soprattutto quest'attenzione alla forma dell'esecuzione sia a livello di pensiero che a livello pratico mi ha reso molto più disinvolto in generale nella pratica arcana, aiutando notevolmente la mia capacità di concentrazione e successo nel lancio degli incanti.

                      In allegato alla pagina vi è una busta con all'interno il reconto che avete richiesto.

                      Ringraziandovi della vostra guida attendo il nostro incotro,

                      Varnon Malin."


                      .:Trasmutazione:.


                      La scuola di Trasmutazione si divide essenzialmente in incantesimi che Alterano e Trasmutano.


                      Alterazione

                      L'Alterazione è un sottotipo che a livello empirico altera le caratteristiche dell'oggetto dell'incantesimo senza mutarne l'essenza stessa.
                      Ad esempio tali incanti possono aumentare la forza o l'agilità dell'obiettivo, oppure rendere più resistente il suo corpo.
                      Esempi classici sono Forza del Toro e Grazia Felina. Un esempio di alto livello è la Trasformazione di Tenser che aumenta la potenza fisica complessiva dell'incantatore e la sua resa marziale.


                      Trasmutazione

                      La Trasmutazione è l'effetto principale che da il nome alla scuola, cioè l'abilità di cambiare la struttura dell'oggetto dell'incantesimo in modo più o meno marcato.
                      Quindi non più potenziare o indebolire le caratteristiche che già esistono, bensì cambiarle radicalmente a seconda della volontà.
                      Questi sono gli effetti più spettacolari, come mutare la pelle in dura roccia o addirittura in ferro, per non parlare del cambio completo di biologia e fisionomia.
                      Esempi sono Autometamorfosi, Pelle di Pietra o Corpo di Ferro.
                      Quando gli obiettivi sono elementi materiali tale scuola viene spesso usata in stretto collegamento con l'Alchimia: mutare acqua in veleno o viceversa può velocizzare notevolmente la creazione di sieri o liquidi tossici.

                      Teoria

                      Le teorie alla base della Trasmutazione sono molteplici. Alcune si basano sull'idea che una forza invisibile manipoli direttamente la struttura della materia, ma io penso che la più interessante sia quella che afferma che la trasmutazione avvenga contattango l'essenza magica che compone e permea ogni cosa e guidandola e variandone i "collegamenti".
                      Ciò è interessante soprattutto comparando tale principio a quello che sta alla base della divinazione e dell'invocazione. Osservandoli assieme infatti comincia a mostrarsi come un ciclo di evoluzione basilare della magia, composto dalla creazione, dall'uso e dall'alterazione continua dell'energia, energia che si divide poi in base agli effetti empirici nelle varie scuole.
                      Quando avrò la possibilità di approfondire le altre branche di magia sarà affascinante riverificare tale teoria.




                      Elenco degli Incantesimi

                      [segue un'elencazione degli incantesimi]


                      La Trasmutazione applicata ai costrutti

                      La Trasmutazione serve soprattutto nell'ambito dei costrutti a preparare il "corpo" del costrutto da materiali grezzi, infondendo in esso la mobilità e la resistenza necessaria ad ospirare il "soffio di vita" che darà poi la forza motrice al costrutto stesso.

                      Trasformare un pezzo di ferro in un golem, sebbene si tratti di opera di Trasmutazione riguarda comunque moltissimi ambiti arcani, quali il collegamento mentale tra creatore e creatura, la generazione di energia magica semisenziente per citare le principali.

                      Risulta quindi necessario che l'incantatore che esegue l'azione sia estremamente esperto nella gestione di tutti i piccoli ma fondamentali passi che vanno dal pezzo di materia inerte all'opera finale sotto il suo completo controllo.

                      Si potrebbe, suppongo, parlare di opera di sinergia tra le scuole unite sotto l'egida della Trasmutazione poichè, come citato prima, si "trasmuta" un oggetto inanimato in un oggetto animato, ma non in un'unica soluzione.


                      Episodi di Fallimenti

                      Tra i principali fallimenti conosciuti salta all'occhio è stata l'ultima disavventura dello gnomo che ha attaccato Eldarin con i suoi golem.
                      Il loro collegamento era costituito non dal puro flusso mentale o arcano, ma da un oggetto facilmente frangibile.
                      Infatti una volta distrutto i costrutti sono impazziti ed avrebbero distrutto anche lui se solo l'avessero avuto sotto tiro.
                      Altri esempi sono quelli di maghi immediatamente annichiliti dalle loro creazioni per aver trascurato di instaurare un legame preciso e soprattutto ben protetto (magari con una scala precisa di parole di comando).
                      Meno drammatici ma altrettando deludenti sono le esperienze di coloro che si trovano innanzi alla forma del costrutto che si muove solo se l'attenzione è completamente volta verso loro, mostrando magari un buon livello di controllo ma un'incapacità a infondere la necessaria forza.

                      [Seguono episodi specifici per ogni tipo]
                      Ultima modifica di Varnon; 20-03-2008, 13:27.
                      Su Entara 3

                      Raghnall Brennan
                      Le Spire del Drago

                      DEV

                      Su Entara 2
                      Varnon Malin.
                      -Assistente e Portavoce del Sommo Elkhanter.
                      -Istir Lùth dell'Ordine degli Ithryn.
                      -Vice Rettore dell'Accademia di Magia di Ero.

                      > "Discordia", la Cronaca del Passato di Eldarin.
                      > "Edonnad", BG dell'Impero Elfico

                      > Diario di Ricerca.

                      "La conoscenza massima è la capacità di creare nuova conoscenza..."
                      -----

                      Commenta


                      • #12
                        "Nona pagina,

                        In questo periodo di tempo relativamente calmo mi sto dedicando a perfezionare abilità accessorie ai vari passi della mia ricerca.

                        In special modo ho fatto progressi nella pratica dell'incantare oggetti, in special modo ho trovato semplice farlo con minerali di vario tipo.

                        Il processo è in se semplice: si infonde l'energia magica alla base di un determinato incantesimo nella gemma. Poi la gemma trasmette tale incanto negli oggetti in cui è incastonata.

                        Non ho ancora compreso come mai non sia possibile evitare il passaggio delle gemme, cioè incantare direttamente il metallo. Probabilmente la struttura fisica dei minerali permette di contenere una quantità utile di energia arcana. Si vedrà.

                        Comunque ciò è un esercizio che mi tornerà utile per quanto riguarda i golem o altre creazioni superiori. Se infatti si riuscisse a distribuire piccole porzioni di energia arcana in più componenti per poi assemblarli, il processo di creazione di costrutti sarebbe più semplice e meno pericoloso.

                        Vedrò di proseguire questi esperimenti in modo da impratichirmi sia sui meccanismi di incantamento sia sui materiali suscettibili ad incanto.

                        Oltre a ciò sto sempre proseguendo lo studio del principio del Pensiero - così chiamerò d'ora in poi la tecnica base dell'antica Alta Magia - e devo ammettere che mi rende l'esecuzione degli incantesimi generalmente meno faticosa.
                        Sto anche osservando con attenzione il tipo di energia usata dai chierici. Essa apparentemente non è distinta dalle scuole arcane ma vi sono poteri che inspiegabilmente non possono essere codificati e utilizzati in incantesimi da Maghi.
                        Penso che ciò sia dovuto più che ha una questione meccanica ad una limitatezza dei praticanti arcani. Una limitatezza imposta dal tempo e dall'imbarbarirsi dell'Arte, imbarbarimento che ha avuto il suo apice nel Grande Disastro.
                        Abbandonare le vette del Pensiero per le bassezze della Forza sperando con essa di divenire dei è illogico quanto pensare che per divenire umanoidi si debba usare l'andatura a quattro zampe.
                        Illogico, ma la forza tenta chi non sa controllare le passioni del suo cuore e spaventa chi da tali passioni rifugge.

                        Solo il controllo della mente, la sua liberazione, la capacità di accettare o meno gli impulsi dell'animo, questo rende veramente capaci di apprezzare il Pensiero ed è l'unico modo con cui si può far fruttare al massimo la Forza, solo vedendola come elemento secondario.

                        Chissà se ciò che è perso un giorno verrà trovato, questo è il mio più grande desiderio che di giorno in giorno si rafforza.

                        Varnon Malin.
                        Ultima modifica di Varnon; 29-03-2008, 18:15.
                        Su Entara 3

                        Raghnall Brennan
                        Le Spire del Drago

                        DEV

                        Su Entara 2
                        Varnon Malin.
                        -Assistente e Portavoce del Sommo Elkhanter.
                        -Istir Lùth dell'Ordine degli Ithryn.
                        -Vice Rettore dell'Accademia di Magia di Ero.

                        > "Discordia", la Cronaca del Passato di Eldarin.
                        > "Edonnad", BG dell'Impero Elfico

                        > Diario di Ricerca.

                        "La conoscenza massima è la capacità di creare nuova conoscenza..."
                        -----

                        Commenta


                        • #13
                          "Decima Pagina,

                          Oggi è un grande giorno!

                          Finalmente l'applicazione della tecnica del Pensiero ha dato un grande risultato. La mia capacità di percezione dei flussi magici è aumentata notevolmente e posso persino leggere gli incanti divini, senza però poterli scagliare. Non è un problema questo, l'importante è l'aver acquisito la possibilità di "vedere" anche questi flussi magici come l'energia positiva di una cura o la primordiale forza scatenata da un fuoco druidico.

                          Subito la tentazione è arrivata.

                          Ho sognato la forza, il controllo violento, la superiorità imposta.

                          E' bastato tutta via considerare il passato e osservare il risultato di tale via - il Grande Disastro e la creazione dei Drow - per distoglierne subito lo sguardo.
                          Pur mantenedo l'attenzione sulla meta finale devo seguire l'insegnamento di Elkhanter e concentrarmi sui piccoli gradini che conducono ad essa con pazienza e dedizione.

                          A tal proposito voglio approfittare della mia ricerca aperta sugli elementali e sul modo di richiamarli senza costrizioni e abiurazioni.
                          Gli elementali rappresentano il passo successivo, il concretizzarsi della Creazione primordiale in forme diverse di energie e materia.

                          Sono a pochissimi passi dalla creazione dell'artefatto per il richiamo di elementali dell'aria.
                          Probabilmente variandone le parti evidentemente specifiche, come l'essenza elementale, è possibile creare artefatti per unire i propri pensieri agli altri elementali.

                          Che meraviglioso sogno sarebbe un'alleanza con tali forze, quale inebriante possibilità di conoscenza sarebbe condividerne le considerazioni.
                          I loro pensieri saranno diversi dai nostri? Avranno metodi di valutazione diversi?
                          Mille altre domande mi vorticano incessanti nella mente e soffermarmi su di esse non fa che erodere la pazienza.

                          Basta così per oggi, molte altre cose sarebbero da scrivere, ma questo avvenimento le supera tutte.

                          Oggi un altro piccolo gradino è stato superato verso la lunga ricerca del Nous e dell'Alta Magia dei miei antenati.

                          Varnon."
                          Ultima modifica di Varnon; 09-04-2008, 17:41.
                          Su Entara 3

                          Raghnall Brennan
                          Le Spire del Drago

                          DEV

                          Su Entara 2
                          Varnon Malin.
                          -Assistente e Portavoce del Sommo Elkhanter.
                          -Istir Lùth dell'Ordine degli Ithryn.
                          -Vice Rettore dell'Accademia di Magia di Ero.

                          > "Discordia", la Cronaca del Passato di Eldarin.
                          > "Edonnad", BG dell'Impero Elfico

                          > Diario di Ricerca.

                          "La conoscenza massima è la capacità di creare nuova conoscenza..."
                          -----

                          Commenta


                          • #14
                            "Undicesima Pagina,

                            Prima i vampiri, ora i drow. Sembra che gli avvenimenti che affliggono queste terre siano anche fin troppo monotematici.

                            Ieri Shi'ir si è finalmente palesato, apparentemente in combutta con Akleesha.
                            Apparentemente, perchè poco dopo l'abbiamo trovata intontita nei sotterranei della Taverna di Navel.
                            Le dinamiche sono sconosciute, le possibilità innumereveli, ma o Shi'ir è impazzito o il motivo per cui ha parlato di cose "private" con Akleesha davanti a tutti, rischiando di farsi sentire da qualcuno - come è poi successo - è il motivo di esistenza dei drow: insinuare la paura, il dubbio, la tensione nei cuori, per elevarsi a mostri invincibili e inarrivabili per una presunta astuzia e intelligenza.
                            Ho già preso una piccola precauzione. Staremo a vedere.
                            La cosa che però mi ha colpito di più, come una scure, è stato il dialogo tra Asteria e Shi'ir, quando hanno menzionato Ileanor.
                            Devo chiedere ad Asteria spiegazioni, io che ho visto le cose più strane e bizzare non riesco a credere a quelle semplici parole che riferirebbero di un rapporto tra la donna e il drow.
                            Se fosse vero ci dovrà essere sicuramente qualcosa sotto, un ricatto, una minaccia, un interesse da parte di Ileanor per qualche scopo. Deve esserci una spiegazione.

                            Poi in questi giorni sono stato attaccato insieme ad altri da un numeroso gruppo di maghi drow, emissari probabilmente della Torre del Ragno.
                            Sembrava un assalto fallimentare, fin quando ieri Seriwyn non mi ha detto di esser stato colto da una maledizione che lo spinge ad agire contro la sua volontà; egli non ne era consapevole, forse l'ha saputo dall'amico Gabriel.
                            Ecco dunque svelato il motivo - o uno dei motivi - di quell'attacco.
                            Ora il problema sarà eseguire il rito d'abiurazione per liberarlo.

                            Sono necessari tre maghi o due chierici al posto di ogni mago. Evidentemente i chierici pur disponendo di potentissimi mezzi di abiurazione non riescono a manipolarli come i maghi.
                            Oltre a ciò serve una Lacrima del Re per convogliare e mescolare l'energia generata dal rituale per reindirizzarla sull'incanto avverso.

                            Sarà sicuramente molto interessante.

                            Ciò si è unito ai motivi per cui ho chiesto al Consiglio di Eldarin di istituire una struttura magica che riunisca tutti i praticanti arcani della città. Essi sono potenti, forse i più potenti, ma noi elfi - almeno noi elfi maghi - siamo per indole molto interessati alla ricerca e ai misteri ultimi, il che ci rende solitari e apparentemente indifferenti al destino più immediato di chi ci circonda.
                            Ciò non è vero, poichè i nostri occhi pianificano in silenzio e i nostri incanti colpiscono una sola volta, la volta decisiva.
                            Solo che uniti le nostre forze sarebbero incontrastabili, ma soprattutto la nostra potenzialità di ricerca e scoperta sarebbe eccezionale. Spero che Elkhanter accetti di prendere le redini dell'eventuale nuova istituzione.

                            Come se non bastasse ieri sera a Samar abbiamo individuato un necromante dai poteri sconfinati, capace di animare non morti a notevole distanza.
                            Inoltre al suo servizio ha quello che sembra un costrutto immenso, alto quasi come un drago.
                            La tentazione di rimanare e indagare su come potesse controllare tale bestia per aver maggior dati per l'Accademia devo ammettere mi ha colto, ma il senso di sopravvivenza e l'insistenza dei miei compagni mi ha convinto a ritirarmi.
                            Dovrò informare l'Accademia di Magia di questo incantatore sconosciuto e le autorità di Eldarin per il pericolo vicino.

                            Ora devo riposare,

                            Varnon."
                            Su Entara 3

                            Raghnall Brennan
                            Le Spire del Drago

                            DEV

                            Su Entara 2
                            Varnon Malin.
                            -Assistente e Portavoce del Sommo Elkhanter.
                            -Istir Lùth dell'Ordine degli Ithryn.
                            -Vice Rettore dell'Accademia di Magia di Ero.

                            > "Discordia", la Cronaca del Passato di Eldarin.
                            > "Edonnad", BG dell'Impero Elfico

                            > Diario di Ricerca.

                            "La conoscenza massima è la capacità di creare nuova conoscenza..."
                            -----

                            Commenta


                            • #15
                              "Dodicesima Pagina,

                              Rimpiango i Vampiri.

                              Veramente.

                              Quando vi erano loro tutte le razze erano unite per la sopravvivenza, come è giusto che sia.
                              Ora l'Accademia ha donato sicurezza nelle notti che fanno di questo dono? Lo sprecano in dispute e guerre.
                              Ma di minacce ce ne sarebbero se guardassero oltre il velo di miopia creato probabilmente dai pochi anni delle loro vite.

                              Chi pensano che verrà quando si saranno massacrati, quando i contendenti saranno deboli? Chi li finirà con un sorriso sulle nere labbra?

                              Verranno coloro che scrutano nell'ombra, con pazienza e astuzia, tessendo la trama e l'ordito del loro oscuro regno.

                              I nostri "amati" cugini.

                              Tutti sembrano temere le loro trame e parlarne sottovoce, vedere i loro complotti ovunque. Ciò che vedono in realtà sono solo le paure del loro cuore che li mettono - che ci mettono a volte - gli uni contro gli altri. Come vogliono loro.

                              Se vedessero veramente agirebbero in modo diverso, in modo più ragionevole.

                              Credo che dovrò cominciare a immischiarmi di queste faccende per evitare che la follia dilaghi eccessivamente.
                              La pazienza è mia alleata.

                              Ieri ho assistito allo scontro tra Asteria e Taurus, vinto da quest'ultimo, per fortuna le ha risparmiato la vita. Lei non deve morire, la sua esistenza è fondamentale.
                              Oltre a essere mia personale amica - e quindi aver per me un interesse sentimentale - la sua morte creerebbe una guerriglia continua... che probabilmente vincerebbe Darok.

                              Il mio lavoro quindi ha subìto un'impennata.
                              Osservo ogni piccolo particolare, ogni indizio per nuovi livelli di conoscenza degli intenti e scopi.
                              Già molte utili informazioni ho raccolto e molte altre ne coglierò.

                              Un piccolo appunto su cose più decisive a lungo termine e nettamente più affascintanti.

                              Sul fronte delle mie ricerche e dei miei piani principali sto ottenendo buoni risultati: ho concluso uno studio fondamentale nell'ambito dell'Alta Magia ed Eldarin si sta via via rinforzando con nuovi semi che dimostrano ottime qualità per diventare robusti alberi.
                              Io stesso sto crescendo nella conoscenza di nuovi incanti.

                              Ora è tardi, sono stanco ed altro non aggiungo fino a che non avrò preparato un incantesimo antiscrutamento.
                              Se il mio maestro può leggere questo diario nei suoi pensieri - e ciò non è un problema - altri potrebbero consultarlo, "altri" che è meglio che non conoscano certe informazioni.

                              Varnon."
                              Ultima modifica di Varnon; 16-04-2008, 18:00.
                              Su Entara 3

                              Raghnall Brennan
                              Le Spire del Drago

                              DEV

                              Su Entara 2
                              Varnon Malin.
                              -Assistente e Portavoce del Sommo Elkhanter.
                              -Istir Lùth dell'Ordine degli Ithryn.
                              -Vice Rettore dell'Accademia di Magia di Ero.

                              > "Discordia", la Cronaca del Passato di Eldarin.
                              > "Edonnad", BG dell'Impero Elfico

                              > Diario di Ricerca.

                              "La conoscenza massima è la capacità di creare nuova conoscenza..."
                              -----

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X