Dwain
Umano, Giullare
Citta': Mallia
Fidanzato con: Nawia


descrizione

Fisicamente estremamente agile e prestante,
temerario ed incurante del pericolo,
In genere socievole e cordiale con il prossimo.
Dove si organizza una festa c'e anche lui,
amante delle burle e del divertimento
nonche' delle donne soprattutto se molto belle;
si diverte a dare spettacolo
con le sue pericolosissime acrobazie e i suoi incantesimi..
Sempre disponibile a dare una mano quando gli viene chiesto
senza pero' esser troppo invadente.




biografia
Nato e cresciuto a Mallia in una povera famiglia di artigiani,
le sue aspirazioni erano ben diverse da quelle che pensava suo padre
convinto di avere un'erede a cui lasciare la bottega di famiglia...

Fin* dalla tenera eta' dimostrava, con la sua curiosita'
e la sua spiccata scaltrezza, di essere ben diverso dai suoi coetanei,
Quando la piazza ospitava spettacoli di magia e di acrobazie Dwain
passava ore ed ore ad osservarli, i suoi preferiti erano senza dubbio
i giullari e gli illusionisti, non riusciva a distogliere lo sguardo quando si esibivano
con divertenti e inaspettate magie, acrobazie e varie improvvisazioni.

La magia lo aveva sempre incuriosito
e con il tempo questa curiosita' si trasformo' in una vera e provria vocazione.

I negozi di magia* divennero i suoi luoghi di maggior interesse,
comincio'* pian piano ad apprenderne i rudimenti grazie alla dolcissima Felya
che, ormai affezzionata a a quel ragazzino invadente
che da anni veniva a curiosare nel suo negozio, decise di
assumerlo come suo aiutante tuttofare.
Fu cosi' che la sua insaziabile sete di sapere comincio' pian piano
ad essere appagata. Finche' un giorno, al parco conobbe Quesar
il maestro di tutti i giullari, che, Rimasto meravigliato nel vedere
un mocciosetto di strada esercitarsi in tali acrobazie,
non seppe resistere.. decise di avvicinarsi per conoscere
il piccolo prodigio. Dopo pochi minuti di conversazione Quesar gli chiese di
diventare un suo disciepolo, il giovane Dwain accetto' entusiasta l'offerta,
grazie a Quesar capi' con chiarezza quale fosse la strada da percorrere.
I preziosi insegnamenti del suo maestro affinarono
le sue doti magiche e espansero le sue conoscenze
con nuove tecniche diventando cosi' un ottimo giullare
dotato di notevoli capacita'* sia fisiche che magiche.

Raggiunta la maggior eta' saluto' il suo maestro e la sua famiglia,
protetto dalle loro benedizioni comincio' un lungo cammino
nelle vastissime terre dell'Ardesya. Molti furono i pericoli da affrontare,
come molte furono le persone che incrociarono la sua strada,
senz'altro la conoscenza che piu' influi' nella sua vita fu la
dolce elfa marina Nawia, della quale si innamoro' perdutamente.
Tra i due giovani fu' subito amore, dal loro casuale incontro a Ledimas
non si separarono piu'. Cominciarono assieme
il lungo cammino verso le sconosciute terre dell'ovest,
durante il loro vagabondare non furono poche le persone conosciute ed
in seguito agggregate,Demon il gigante goffo,Andemor
il centauro silenzioso e il misterioso Calenor, furono i loro
compagni di viaggio per molto tempo, assieme scoprirono
molti luoghi misteriosi e affrontarono innumerevoli pericoli .
tra i piu' tremendi fu senz'altro
la terrificante Idra delle caverne a nord di Zakro;
un luogo in alta montagna abitato da giganti pacifici.
i primitivi subivano ossessionanti attacchi da parte di un mostro che si era fatto la sua tana
nelle caverne al centro della montagna piu' alta.
Scoprirono il luogo durante un esplorazione della zona di Zakro, appena varcato il sentiero montano
si sentirono chiamare dall'anziano alchimista della tribu',
il gigante supplico' i giovani avventurieri Di aiutarli nella disperata impresa di sconfiggere
il terribile mostro delle caverne. Fu un combattimento epico, sembro' durare un'eternita',
i 4 compagni combatterono con tutte le loro forze senza dare tregua alla tremenda idra,
finalmente, dopo ore di lotta riuscirono a sconfiggerla, ponendo cosi' fine alla vita nel terrore per gli abitanti di quelle alte montagne.

Una volta elevato al rango di Eroe dal divino Zoher
torno' nella sua citta' natale per aiutare il suo vecchio maestro
nell'addestramento delle giovani promesse.