annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

{Bio} Cleindori Wussrun'wa d'Streea (Sogno mortale)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • {Bio} Cleindori Wussrun'wa d'Streea (Sogno mortale)

    Casa Braen era una delle famiglie piu' potenti del sottosuolo, in pochi secoli aveva raggiunto una posizione di potere che in molti le invidiavano, con abile mosse aveva messo a tacere per sempre casati piu' deboli ma anche casate forti che avevano perso il favore divino. Tutto senza che nemmeno la piu piccola ombra di sospetto li sfiorasse.
    L'ascesa era iniziata circa tre secoli prima quando la primogenita Krielyia successe alla Matrona iniziando a guidare il casato.
    Spinse le sorelle piu' giovani a formare due casati separati che protesse e porto' a posti di rilievo nella politica della città. Fino a formare a detta di molti un potente triumvirato.
    Krielyia fu lungimirante anche nello scegliere il consorte, poichè il suo sguardo cadde su un promettente maestro d'armi che in piu' di un occasione fece la differenza nella concquista dell'attuale posizione. Krielyia offri lui non solo una posizione di prestigio ma anche il potere. Un potere limitato ma molto di più di quanto avrebbe mai ottenuto presso qualsiasi altra famiglia.
    La lungimiranza di Krielyia combinata alla strategia militare del consorte Greyian portò molte vittorie e onori alla casata Braen, fu così che attraverso i secoli il loro potere crebbe e si consolido.
    Krielyia non ebbe solo lungimiranza nell'ascesa al potere, ma diede al suo casato nove figlie femmine e due maschi che andarono a rafforzare molti punti strategici nella societa' di Cress. Tutte le figlie femmine divennero Alte sacerdotesse mentre i maschi erano entrambi guerrieri. Il casato prosperava fu nel periodo di maggiore ascesa che il più giovane dei maschi mise gli occhi su una femmina di un altra casa. Una serva, costei aveva un corpo invidiabile infatti piu' che una serva ella era dedita a soddisfare i desideri dei maschi della casa.
    Quando Yierel la vide, la desiderò e la chiese come compenso per un servigio reso alla Matrona.
    Iris questo era il nome della serva si ritrovò di colpo venduta come un oggetto, quando arrivò in Casa Braen le altre serve la lavarono, le diedero abiti di velo e la portarono nelle stanze di Yierel.
    Quando lo sguardo di Yierel si posò sul corpo di Iris la bramosia lo invase, per settimane egli la possedette come se fosse indemoniato, arrivando a trascurare i suoi doveri. Quando la Matrona si accorse di ciò fece convocare sia Yierel che Iris, vide che la femmina attirava gli sguardi sia dei maschi che delle femmine della casa, sembrava possedere un che di magnetico. Capi' che era troppo pericolosa tenerla li, anzi ella doveva essere sacrificata, affinche tutti capissero cosa accadeva a scontentare la matrona.
    Avrebbero aspettato quattro settimane nelle quali Yierel sarebbe stato punito per le sue mancanze alla fine sarebbe stato egli stesso ad affondare il pugnale nel cuore della sua debolezza.
    Durante le quattro settimane che separavano Iris dal sacrificio ella si accorse di aspettare un bambino, pensando che ciò le avrebbe salvato la vita lo disse subito ai suoi carcerieri.
    Krielyia penso' a lungo a come poter sfruttare la situazione per un suo attuale e futuro vantaggio, decise di attendere e vedere che cosa sarebbe nato. Una femmina sarebbe stata utile ai suoi scopi, se fosse stato un maschio sarebbe stato sacrificato con la madre.
    Alla fine nacque una femmina, che venne chiamata Cleindori, fu la matrona a imporle quel nome, la nascitura venne allontanata immediatamente dalla madre, mentre Iris rivolgeva il suo sguardo verso Yierel e gli chiedeva "Sei orgoglio di me? Ti ho dato una femmina...." Il pugnal di Yierel le affondava nel cuore, negli occhi del giovane non si leggeva nulla mentre vedeva la vita scivolare via dal corpo di Iris.
    Fu Krielyia a ridestare il figlio sussurrandogli nell'orecchio "Si! Sono orgogliosa di te figlio mio!" per poi allontanarsi ridendo malignamente.
    Ainu Anie Culnamo
    Tellerryn Earwen Tasardur, della Quiete il Sussurro
    Cleindori Claddath Ilharess [Matrona]
    Yisa, Paladina di Myreck
    Willow di Garenwood --,--'-@ La Cantastorie @-'--,--
    Ilia Annael Calien [ Dono di Luce ]


  • #2
    Cleindori ebbe un'educazione simile a quelle delle altre femmine drow solo fino a quando nella casata non si accorsero che in lei non c'era la minima traccia di potere magico, non era adatta a servire come chierica, un fatto mai accaduto a memoria di drow che una femmina non avesse seppur la minima traccia di magia nelle vene. Le alte sacerdotesse chiedevano che ella venisse sacrificata, ma Krielyia aveva altri progetti per quella femmina, per l'ennesima volta la sua lungimiranza venne ripagata.
    Cleindori non era adatta ad essere una sacerdotessa, ma con il passare degli anni sviluppo' altre doti, doti che piu' di qualcuno definirono mortali.
    Appena il suo corpo inizio' a svilupparsi tutti capirono che possedeva il magnetismo e la bellezza della madre, era ancora giovane quando un soldato della casata provo' a insidiarla e lei lo uccise, nonostante fosse il suo primo omicidio Cleindori mantenne il sangue freddo e riusci' a nascondere le sue azioni in modo che nessuno sospettasse di lei, nessuno eccetto Krielyia.
    La Matrona aveva poteri consolidati nei secoli e basto' poco per capire cosa fosse accaduto. Decise che Cleindori poteva essere un arma pericolosa nel suo arsenale, un'arma che guidata bene avrebbe accresciuto il potere del casato.
    Fu cosi' che Cleindori cesso di essere una femmina.
    Il suo corpo venne avvolto in strette fasce in modo da nascondere le sue forme, i capelli legati e tenuti come quelli maschili, il suo volto imprigionato in una maschera nera come la notte.
    Indossava abiti ampi e maschili e non un centimetro della sua pelle era esposta alla vista altrui.
    Nacque cosi' Calei un maschio drow dall'agilita' e dall'attitudine alle armi notevoli, Calei fu mandato all'accademia militare, pochi sapevano chi si celasse dietro la maschera, molti lo intuivano e chi capiva teneva l'informazione per se. Se una femmina appartenente a un casato potente era stata mandata all'accademia militare e le fosse accaduto qualcosa molte teste sarebbero saltate.
    Calei non veniva risparmiato lavorava come tutti i suoi compagni e forse anche in piu', molti vedevano nella presenza di Calei nell'accademia come un tentativo di spodestare i maschi anche dall'unico luogo dove loro avevano potere di decisione.
    In molti obbligavano Calei a lunghi e massacranti allenamenti nella speranza di piegarne lo spirito o di vederle commettere un'errore che l'esponesse a possibili incidenti.
    Quando Calei non era in accademia ma ritornava nella casa natia le sacerdotesse la tenevano lontana dagli altri membri della famiglia. A "casa" Calei tornava ad essere Cleindori e le venivano insegnate arti di intrattenimento, politica e a muoversi da femmina.
    L'ultimo anno in accademia venivano scelti i migliori allievi per degli "studi speciali", i migliori e piu' dotati drow, venivano scelti per ampliare la loro conoscenza delle armi, dei veleni, migliorare la loro agilita' per diventare maestri d'arme o assassini.
    Calei venne scelto per diventare un'assassino.
    Aveva dimostrato sin da subito i requisiti essenziali per tale arte, furtivita', agilita', un'ottima memoria dei luoghi. Le venne insegnato come camuffarsi, come nascondersi anche nei luoghi piu' luminosi, come muoversi senza emettere il piu' piccolo suono anche indossando le armi.
    La maggioranza del tempo Calei studiava il proprio corpo e faceva esercizi che ne aumentassero l'agilita', erano dolorosi ma lui non ci pensava, pensava che tutto quello che le insegnavano l'avrebbero aiutato a sopravvivere.
    Dieci allievi vennero scelti per diventare assassini, quando il periodo di addestramento termino in sei sostennero l'esame e solo uno lo fini.
    Calei torno a casa Braen e divenne la mano di sinistra di Krielyia. Alte sacerdotesse nemiche, maestri d'arme per ognuna delle sue vittime Calei o Cleindori mutavano aspetto e arti per riuscire al meglio. Un rozzo soldato dal bell'aspetto che attirava lo sguardo di una sacerdotessa o una serve bellissima che veniva avvicinata dalla propria vittima. Cleindori era un ragno che costruiva la sua tela e attendeva la sua vittima.
    Cleindori passava il suo tempo a curare il suo corpo o ad allenarsi in attesa degli incarichi di Matrona Krielyia, non aveva contatti con il resto della famiglia, gli unici che incontrava erano la Matrona, il suo consorte e le tre figlie maggiori. Per il resto della casata lei non esisteva.
    Era appena iniziato il mese della tigre quando Cleindori venne convocata d'urgenza da Krielyia, il casato Braen aveva attaccato un'altra famiglia, l'attacco era riuscito se non fosse che un maschio della casata distrutta era riuscita a scappare.
    "Cleindori voglio il cuore di quel maschio qui davanti a me! Non deve raggiungere altre famiglie ne' la superficie, lo voglio morto!"
    Cleindori annui mentre il suo sguardo si accendeva di una luce di pura gioia malvagia, una sola parola le sfuggi "Si caccia!"
    Krielyia annui compiaciuta e continuo' "Nel caso sia gia' riuscito a raggiungere la superficie seguilo e uccidilo non deve riuscire a scappare"
    Cleindori annui' e attese altri ordini che arrivarono in un secondo momento in forma separata.
    Nell'arco di due ore Cleindori era sulle tracce della sua preda, correva nei cunicoli del sottosuolo come se avesse le ali ai piedi, le avevano dato due artefatti magici impregnati del potere di quella casata distrutta che l'avrebbero guidata alla sua preda.
    Cleindori dopo due giorni di inseguimento aveva raggiunto la superficie, in altri due giorni trovo' e uccise la sua preda. Ma per la prima volta in ottant'anni di vita era lontano dalla Casata Braen, decise di ritardare il suo rientro di qualche giorno e di guardarsi intorno. C'erano altri drow in superficie appartenenti a casate importanti, penso' che fosse bene riferirlo alla Matrona.
    Quando Cleindori torno' con il cuore della sua vittima e fece il suo rapporto, Krielyia vide un nuovo orizzonte per allargare il suo potere, era ora di mandare qualcuno in superficie e perche' non Cleindori che si era dimostrata all'altezza, inoltre avrebbe prevenuto possibili problemi. Aveva notato come il suo consorte e i maschi della casa la guardavano, aveva il corpo della madre e la mortalita' del padre, una combinazione pericolosa. Meglio spedirla in superficie affinche' organizzasse una rete di spionaggio e mercantile che potesse avvantaggiare il casato.
    Fu cosi' che nell'arco di pochi giorni Cleindori si ritrovo' a viaggiare di nuovo verso la superficie con meta Zakro.
    Ainu Anie Culnamo
    Tellerryn Earwen Tasardur, della Quiete il Sussurro
    Cleindori Claddath Ilharess [Matrona]
    Yisa, Paladina di Myreck
    Willow di Garenwood --,--'-@ La Cantastorie @-'--,--
    Ilia Annael Calien [ Dono di Luce ]

    Commenta

    Sto operando...
    X