Results 1 to 4 of 4
  1. #1
    Sospeso

    Join Date
    Nov 2008
    Age
    34
    Posts
    358

    Default [Quest] La Spaccaroccia

    384 Verum 17..... una sera come tante a Minoc.

    Il tempo era mite e piacevole e Jaxx e Gor, come tutte le sere, si erano rinchiusi in laboratorio per fondere i metalli raccolti durante la giornata.
    Improvvisamente qualcuno bussò alla porta e si udi una voce: "Aprite, aprite perfavore!"
    Gor e Jaxx corsero all'entrata del Laboratorio e spalancarono il pesante portone.

    - Erik: "Sono Erik il Rosso, Templare di Zoe, e porto qualcosa che sicuramente vi appartiene… osservate.”
    Erik tirò fuori dalla bisaccia un telo contenente una mazza di legno.



    -Erik: Quest’ oggetto l’ho ereditato da mio nonno dopo la sua morte. All’inzio credevo si trattasse di un semplice manico di una picca o di un’accetta ma ho notato che su un lato vi sono, in rilievo, delle incisioni in lingua nanica. Ho ritenuto giusto farvelo avere."

    I due nani, dopo aver scrutato ogni venatura del legno e tentato, invano, di decifrarne le scitte, decisero di rivolgersi Thorin, il più vecchio e saggio dei nani. Il solo che poteva decifrare quelle scritte.

    Thorin appena ebbe tra le mani il manico in legno lesse ad alta voce le parole che erano incise e in un turbine di fiamme si manifestò lo spirito del primo sovrano dei nani, Gimli.



    Gimli senza esitare diede un preciso ordine alle barbe corte.

    - Gimli: "Andate al labirinto fiorito e cercate il mago che vi abita, lui saprà indicarvi la via"

    I nani, senza neache avere il tempo di pronuciar parola, videro Gimli scomparire.

    Sempre più confuse le barbe corte guidate dal saggio Thorin, l'unica barba lunga presente, si recarono al labirinto perlustrandolo in lungo e in largo.

    Al centro del labirinto si presentò davanti ai loro occhi una casetta con un piccolo patio in cui sedeva, all'ombra, un vecchio nano in compagnia di un cane.




    Il vecchio si presentò come "Gruntar Balrun".

    Gruntar raccontò che da giovane, durante la guerra di Cove, aveva perso la vista nel tentativo di salvare i suoi figli. Putroppo il suo gesto disperato era servito a poco e i suoi cari furono lo stesso trucidati. Il Dio Terra tuttavia, commosso dal suo gesto, gli aveva donato un potere: La Vedenza. Questo potere gli permetteva di entrare in contatto con la natura e vedere eventi del passato e del presente.

    Fatti i convenevoli Thorin estrasse il pezzo di legno e lo diede al vecchio il quale appena passò le dita sulle incisioni cadde in uno stato di trance.



    Gruntar, ripresi i sensi, raccolse i nani intorno a se.

    - Gruntar: "Ascoltate bene nani, questo è il manico della Spaccaroccia, la picca leggendaria. La "testa" da quello che sono riuscito a vedere è stata frammentata in circa 12 pezzi e gli elementari della terra, dell' acqua, del fuoco e del vento li hanno sparsi in tutto il mondo. Non sono riuscito a vedere altro."


    - Gruntar: " Fratelli vi si presenta una grossa opportunità. Se riuscrirete a ritrovate tutti e 12 i pezzi forse.. e dico forse... sarete in grado di riforgiare nuovamente la picca leggendaria. Non lasciatevi sfuggire una simile opportunità. Il destino della picca e l'onore dei Dwarf è nelle vostre mani."

    I valorosi nani, ringraziarono il vecchio e montarono in sella ai propri fedeli lama. Gruntar prima di congedarsi si rivolese ai presenti.

    - Gruntar: " Che Il Dio Terra vi protegga e se avrete bisogno di aiuto potrete contare su di me"
    Last edited by smoker1985; 04-12-2011 at 16:17.

  2. #2
    Sospeso

    Join Date
    Nov 2008
    Age
    34
    Posts
    358

    Default

    Finalmente grazie alle meticolose ricerche dei Dwarf i 12 frammenti della picca sono stati ritrovati e risposti al sicuro.





    Il ritrovamento dei pezzi, putroppo, è stato solo un piccolo traguardo.

    "In che modo possiamo forgiare nuovamente la picca leggendaria?"

    I migliori artigiani hanno perso il sonno per dare una risposta a questa domanda e ogni tentativo è risultato vano.

    Forse solo il vecchio Gruntar potrà darci una risposta....
    Last edited by smoker1985; 04-12-2011 at 16:18.

  3. #3
    Sospeso

    Join Date
    Nov 2008
    Age
    34
    Posts
    358

    Default

    ... i frammenti, riposti in una sacca, furono condotti al centro del labirinto fiorito...

    - Gruntar: "Con i soli frammenti non andrete molto lontano. Non so se sarà sufficiente... ma per fondere i pezzi, e dare così nuovamente forma alla picca, avrete bisogno di un alto artefatto"




    L'Archipietra


    - Gruntar: "Badate però... non sarà un’impresa facile recuperarla. L’archipietra, da quello che ho visto, si trova nel ventre di un drago molto potente. Il Custode Massimo. Per farla vostra dovrete ucciderlo e sventrarlo". "Il covo dove vive è ben difeso e i suoi simili lo proteggeranno con tutte le loro forze". "Ora che sai tutto va e avverti i tuoi fratelli. Quando tornerete portete con voi il manico della Spaccaroccia; è la chiave per il regno di Ilshner dove troverete il covo del Drago".

    I nani diedero fondo a tutte le loro risorse. Per affrontare un nemico di tale portata si equipaggiarono delle migliori armature e per l'occasione furono persino messi a disposione i lama più forti e veloci.



    Una volta riuniti il vicario Bors Drummhammaer consegno il manico della picca.



    - Gruntar: "Bene Fratelli... l'energia contenuta del manico mi permetterà di aprire un portale con il regno di Ilshner. Purtroppo, nelle mie condizioni, non posso affrontare nemici di tale portata.... quindi sarete soli. Restate uniti e vedrete che nulla potrà fermarvi. Andate ... e che il Dio terra vi protegga".

    L'impresa non era per nulla facile. I guerrieri avanzarono uniti, compatti come una montagna. Tra le fiamme, il sangue iniziò a scorrere. Gli artigli dei draghi dovettero battersi contro le armi e le frecce dei valorosi guerrieri Dwarf.



    Le teste dei giovani draghi venivano recise di netto dalle lame di guerrieri come Grifo, Niko e Bors. Una pioggia di frecce oscurava il cielo..

    Last edited by smoker1985; 04-12-2011 at 16:19.

  4. #4
    Sospeso

    Join Date
    Nov 2008
    Age
    34
    Posts
    358

    Default

    Il Custode Massimo, si rivelò un’impresa tutt’altro che facile: la sua velocità e potenza erano inimmaginabili. I nani ad ogni colpo venivano sbalzati all’indietro. Anche il solo battito di ali era in grado di farti indietreggiare. Lo scontro era in stallo, pareva che nessuno ne sarebbe uscito vincitore...



    Thorin, stoico II Rik Dawi, fece uso della sua larga esperienza nella caccia ai draghi e si ricordò un antico segreto tramandato per anni dai seguaci del Dio Terra.

    - Thorin: “L'unico punto debole, se così possiamo chiamarlo, di un drago adulto si trova nel collo, esattamente sotto la mandibola! ... Concentrate lì tutti gli attacchi”



    Il combittimento fu lungo ed estenuante ma alla fine il drago, ormai allo stremo delle forze, finalmente si accasciò a terra esalando il suo ultimo respiro!

    "Finalment l'Archipietra è nelle nostre mani. Riusciremo a forgiare nuovamente la picca"

    Il destino, purtroppo, aveva in serbo per i nani un brutta sopresa....
    Last edited by smoker1985; 04-12-2011 at 16:21.

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •