Page 1 of 3 123 LastLast
Results 1 to 15 of 32
  1. #1
    Super Member

    JackDarkrose's Avatar
    Join Date
    Mar 2009
    Posts
    1,103

    Default [Racconto] Echi lontani

    Il giovane, con le gambe incrociate, sedeva sulla piccola sporgenza rocciosa a circa dieci metri d'altezza. Gli occhi erano chiusi ed il respiro regolare. Poco distante da lui c'era la sua camicia ed una piccola sacca da viaggio. Teneva le mani poggiate sulle ginocchia con i palmi rivolti verso l'alto. Una leggera brezza da nord agitava le foglie degli alberi che circondavano la piccola formazione rocciosa nella foresta.
    Spesso si rifugiava in quel luogo cercando la pace e la comunione con tutto ciò che lo circondava. Aveva iniziato da piccolo ed ormai era un bisogno, soprattutto dopo che aveva incrociato il suo destino con Rufus.
    Intanto il sole calava all'orizzonte, ma il giovane restava nella sua statuaria posizione. Avrebbe probabilmente passato la notte in quel modo. Ormai era quasi un mese che non rimetteva piede al villaggio, ma così voleva e le sue assenze erano sempre più lunghe.
    Egli riteneva in fondo che se la foresta poteva accudire le varie forme di vita che la abitavano, perchè lui non poteva fare altrettanto. Avrebbe passato ancora quella notte lassù e domani chissà.
    Ormai riusciva a percepire con una certa precisione i movimenti ed i rumori che tra gli alberi prendevano vita. Era in grado di concentrare la sua attenzione sui dettagli senza perdere di vista l'interezza della foresta. Sapeva che la natura era dura e severa, ma equa e disposta ad aiutare se rispettata.

    Mentre questi pensieri trovavano ordine tra i sensi del giovane. Due occhi gialli e ferini lo scrutavano dal folto degli alberi con un interesse non comune....

    [off gdr] Volevo scrivere qualcosina tanto per non perdere il gusto di farlo. Se è un problema cancellata pure.

    Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
    Echi lontani - Delle Erbe e loro apllicazioni


    Jacob Logan - Un colpo una vita!
    Corwin Amber - In ogni tempo proteggere!- appeso
    ------------------------------------------------
    Su Entara2: Jack Darkrose Capitano dell'esercito di Lux Dei e cavaliere del Drago Dorato.
    e Orfeo Dawn (Bardo itinerante)

  2. #2
    Super Member

    JackDarkrose's Avatar
    Join Date
    Mar 2009
    Posts
    1,103

    Default Rufus e Kigal

    ****
    Corre veloce, il cuore sembra esplodergli nel petto, ormai gli manca il fiato, ma non può fermarsi. Sente dietro di se il predatore non dargli tregua. Il ragazzo è riuscito a correre via un attimo prima che fosse troppo tardi, reagendo istintivamente al pericolo. Mentre egli già correva, la belva si è lanciata all'inseguimento con un ruggito di rabbia e disappunto. I rami degli alberi graffiano il volto, le braccia e le gambe del ragazzo, ma spinto dall'istinto di conservazione, prosegue la sua corsa senza meta. Ormai sente la bestia approssimarsi sempre più, sà che non rivedrà più i suoi cari, ma non vuole arrendersi all'inevitabile. Quando si trova davanti una parete rocciosa. Si volta, ora davvero è la fine. In quel momento l'enorme tigre dal mantello grigio esce dalla boscaglia studiando la sua preda. Il mantello dell'animale è folto e sporco di sangue, mentre i suoi occhi gialli sono l'essenza stessa della ferocia. Un enorme cicatrice corre lungo il lato sinistro del muso attraversando l'occhio dell'animale, ma senza che questo ne abbia risentito. La tigre muove alcuni passi lenti studiando il ragazzo tremante ormai con la schiena contro la parete rocciosa. Il giovane estrae un piccolo pugnale preparandosi all'ultimo scontro della sua breve vita, ma deciso a vender cara la pelle. E' allora che la tigre compie un balzo nella sua direzione, quand'ecco che una sagoma scura si scontra in aria con la belva deviandone la traiettoria. Le due creature si rialzano fronteggiandosi. Un enorme orso grigio è difronte la tigre. Si studiano a lungo, sembra quasi stiano parlando un linguaggio sconosciuto che viene tradito solo dai loro sguardi intensi. Ad un certo punto la tigre emette un ruggito terrificante e si volge lentamente allontanandosi, ma prima di scomparire tra gli alberi pronuncia parole di odio:

    "Per oggi sei salvo ragazzo, ma ti avrò un giorno. E' una promessa."

    Il giovane sconvolto dall'accaduto e da una tigre parlante, volge lo sguardo verso il gigantesco orso. Quest'ultimo china il capo e, scrutando il giovane con occhi antichi, dice a sua volta:

    "Ora sei al sicuro ragazzo, non temere. Quella era Kigal la Predatrice, da troppo tempo mia vecchia conoscenza. Il mio nome è Rufus e sono un protettore della foresta."
    ****

    In cima allo sperone roccioso il giovane riapre gli occhi di scatto. Il ricordo di come conobbe Rufus, richiamato dalla memoria, gli ha fatto perdere il senso del tempo. Ormai è buio e la luce della luna rischiara la foresta. Questa è l'ora in cui i predatori si muovono guidati dal loro istinto predatorio... questa è l'ora di Kigal la Predatrice.....

    Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
    Echi lontani - Delle Erbe e loro apllicazioni


    Jacob Logan - Un colpo una vita!
    Corwin Amber - In ogni tempo proteggere!- appeso
    ------------------------------------------------
    Su Entara2: Jack Darkrose Capitano dell'esercito di Lux Dei e cavaliere del Drago Dorato.
    e Orfeo Dawn (Bardo itinerante)

  3. #3
    Super Member

    JackDarkrose's Avatar
    Join Date
    Mar 2009
    Posts
    1,103

    Default Da Enkidu a Verdevento

    Rufus, il grosso orso, è disteso a prendere il sole. Poco vicino il giovane Enkidu, seduto in riva allo stagno dei Mille Spruzzi, tiene i piedi immersi nell'acqua.

    "Credo che sia giunto il momento di darti il tuo vero nome ragazzo. Da oggi ti chiamerò Verdevento. Devi sapere che eri ancora in fasce quando ti fù dato molti anni fà. Fù allora che venisti accolto nella foresta, nella notte del solstizio d'inverno." disse sonnecchiando Rufus.

    Il ragazzo, indirizzando uno sguardo stupito all'orso, disse:

    "Parli della notte in cui fui portato via dal villaggio?"

    "Sì. Quella notte Kigal ti prese dalla tua culla, voleva sacrificarti. Riuscimmo a sottrarti al suo rito per un soffio, grazie alla benedizione della Grande Madre. Da allora la Predatrice vuole il tuo sangue per vendicarsi."

    Il grosso orso cambiò posizione sbadigliando, poi aggiunse:

    "Ad ogni modo, ragazzo, sappi che devi apprendere ancora molto del mondo. Alcune cose le hai imparate dalla tua famiglia ed altre da me, ma molto è ancora il cammino da compiere. Devi meditare e raggiungere la vera comunione con tutto ciò che ti circonda. La chiave non è sapere come vivere la vita e la natura, ma lasciare che vita e natura ti compenetrino. Oggi hai fatto un altro passo nella direzione giusta, ma tanto ti attende."

    Il giovane, guardando con occhi indagatori Rufus, prosegue:

    "Come mai sono stato scelto io?"

    L'orso scuote il capo facendo allontanare una mosca fastidiosa.

    "Questo non mi è dato rivelartelo, ma sappi che un giorno ti sarà svelato. Sino ad allora dovrai pazientare."

    "Ed invece dimmi, come mai non ti vedo mai nella tua forma originaria?" aggiunse Enkidu sbattendo leggermente un piede nello stagno.

    "Devi sapere, Verdevento, che può capitare di trovare durante il nostro cammino la nostra vera essenza. Questa può essere un atteggiamento, una capacità, un luogo, una carriera e tante altre cose. E ' in quel momento che siamo veramente noi stessi e tornare a vivere la nostra vecchia vita ci risulta difficile oppure indifferente. Spero di aver risposto al tuo quesito.
    Ora sarà il caso di andare oppure i tuoi genitori inizieranno a preoccuparsi."

    Il massiccio orso si solleva lentamente stiracchiandosi, quindi si avvicina al ragazzo che nel frattempo si è messo in piedi. Un rapido cenno d'intesa tra i due ed Enkidu 'Verdevento' sale sulla schiena di Rufus. Poi, con andatura sicura ed ondeggiante, l'orso si addentra nella foresta col suo curioso passeggero.

    Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
    Echi lontani - Delle Erbe e loro apllicazioni


    Jacob Logan - Un colpo una vita!
    Corwin Amber - In ogni tempo proteggere!- appeso
    ------------------------------------------------
    Su Entara2: Jack Darkrose Capitano dell'esercito di Lux Dei e cavaliere del Drago Dorato.
    e Orfeo Dawn (Bardo itinerante)

  4. #4
    Entara II Staff
    davuz80's Avatar
    Join Date
    Apr 2008
    Age
    39
    Posts
    1,347

    Default

    Quote Originally Posted by JackDarkrose View Post
    [off gdr] Volevo scrivere qualcosina tanto per non perdere il gusto di farlo. Se è un problema cancellata pure.
    []
    ENTARA III Staff - Admin GDR

    ----------> Lost in Transition <-----------

  5. #5
    Super Member

    JackDarkrose's Avatar
    Join Date
    Mar 2009
    Posts
    1,103

    Default Rinunciare a brama, odio ed illusione

    Enkidu o Verdevento, come ormai da qualche anno si faceva chiamare da tutti, era in piedi in mezzo alla piccola radura nel folto del bosco dove aveva salutato Rufus tempo addietro. Era stato un arrivederci senza troppi discorsi, quasi che entrambi sapessero che dovesse essere così. Rufus aveva solo detto che un giorno, quando sarebbe stato il momento, si sarebbero rincontrati se la Dea avesse voluto.
    Perciò Verdevento ora era lì. Aveva preso l'abitudine di fare un giro in tutti i luoghi della foresta dove Rufus era solito aggirarsi. Inoltre cercava, con quelle sue lunghe escursioni nel bosco, di migliorare gli insegnamenti ricevuti dal maestro cercando di prendersi cura del bosco per quanto poteva. Sapeva che quella era la sua strada allo stesso modo di come un salmone sà che deve risalire il fiume.
    Fermo al centro della radura si guarda intorno, osservando il folto della boscaglia. Una sensazione di disagio lo assale per un momento, forse un senso di pericolo. Sente come occhi taglienti pronti a ghermirlo, poi com'è giunta la sensazione svanisce. Alzato lo sguardo verso un'enorme quercia pronuncia una preghiera silenziosa e lascia che il suo spirito persegua l'obiettivo della sua vita. Trovare la comunione col tutto rinunciando alla brama, all'odio ed all'illusione. Questo è il sentiero arduo che lo attende.
    Quindi con passo veloce e certo s'incammina cauto verso Ondachiara.
    Last edited by JackDarkrose; 22-03-2011 at 21:01.

    Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
    Echi lontani - Delle Erbe e loro apllicazioni


    Jacob Logan - Un colpo una vita!
    Corwin Amber - In ogni tempo proteggere!- appeso
    ------------------------------------------------
    Su Entara2: Jack Darkrose Capitano dell'esercito di Lux Dei e cavaliere del Drago Dorato.
    e Orfeo Dawn (Bardo itinerante)

  6. #6
    Super Member

    JackDarkrose's Avatar
    Join Date
    Mar 2009
    Posts
    1,103

    Default Preoccupazioni

    Chino su un cespuglio raccoglieva alcune foglie di un colore rossiccio. Era certo che avrebbe fatto piacere al fabbro avere ancora dell'unguento per lenire i duroni ai piedi. Di sicuro il burbero Yacopu non lo avrebbe mai ammesso, ma per Verdevento era il minimo per ringraziare il nano della sua gentilezza nell'avergli riparati il suo vecchio falcetto ed il bastone. Rufus gli aveva insegnato molto sulle piante e le loro capacità curative e Verdevento non si era lasciato scappare nessuna delle parole del vecchio amico, di cui ormai da tempo non aveva notizie. Si alzò sospirando mentre finiva di deporre le foglie in una borsa. Poi diede uno sguardo alla foresta intorno a sè cercando la direzione da prendere e nello stesso momento gli tornò assillante il pensiero che da tempo ormai lo assillava. La presenza sempre crescente di goblin nella foresta e di molti altri pericoli. Era una sensazione strisciante di pericolo che non lasciava i suoi sensi. Doveva trovare delle risposte a quella situazione. Avrebbe parlato con Tissena al tempio, sicuramente avrebbe potuto trovare un confronto utile grazie alla notevole capacità ed esperienza come officiante della Dea Madre dell'elfa. Il volto di Verdevento aveva assunto un sorriso compiaciuto mentre si dirigeva verso il villaggio per poi salire al tempio. La giornata impropvvisamente gli sembrava molto più luminosa. E sì che egli era solito ogni giorno ritenere tale le giornate ringraziando la creazione della Signora delle Rose.
    Affrettò il passo tenendo il bastone in spalla.....

    Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
    Echi lontani - Delle Erbe e loro apllicazioni


    Jacob Logan - Un colpo una vita!
    Corwin Amber - In ogni tempo proteggere!- appeso
    ------------------------------------------------
    Su Entara2: Jack Darkrose Capitano dell'esercito di Lux Dei e cavaliere del Drago Dorato.
    e Orfeo Dawn (Bardo itinerante)

  7. #7
    Super Member

    JackDarkrose's Avatar
    Join Date
    Mar 2009
    Posts
    1,103

    Default Unguenti e digressioni varie

    Erano passati alcuni giorni ormai dal colloquio con la sacerdotessa Tissena e tuttavia continuava a pensare alle parole che si erano detti. Anche ora mentre finiva di amalgamare l'estratto dei frutti di Larnurma con l'olio, per ottenere l'unguento contro i dolori muscolari per Eralya, non riusciva a distogliere completamente il pensiero dal male che attanagliava Bosco Antico...
    ...Già Eralya strana ragazza, ma è simpatica. Ha un modo molto informale di relazionarsi e questo non mi disturba affatto...
    ...Ripose l'unguento per la donna in un involto fatto di foglie molto ampie e mise il tutto in una delle sue sacche. Poi si accinse a triturare alcune foglie ormai secche per la tisana da consegnare ad Amanda. La locandiera gli permetteva di scambiare alcuni dei suoi unguenti o tisane con un pasto ed una bevuta alla locanda. E tutto sommato questo era molto di più di quanto otteneva o chiedeva agli abitanti bisognosi di Ondachiara e gli andava più che bene...
    ...Preservare la vita e operare affinchè trionfi rigogliosa nel mondo. Tutto ciò nel rispetto delle leggi della Natura senza interferire con esse. Questo si ripeteva nella mente mentre cercava di trovare le risposte che ormai era certo avrebbe ottenuto solo attraverso i druidi, alla ricerca dei quali si sarebbe presto messo con Imperius...
    ...Imperius il mezzorco, un servo di Lothvar lo sposo della Dea Madre. Sentiva di potersi fidare di lui, se non altro perchè entrambi comprendevano l'importanza della Natura...
    ...Finì di preparare i vari unguenti da scambiare al mercato ed offrire a chi ne avesse bisogno. Quindi, impugnato il bastone nodoso, si avviò verso Ondachiara...

    Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
    Echi lontani - Delle Erbe e loro apllicazioni


    Jacob Logan - Un colpo una vita!
    Corwin Amber - In ogni tempo proteggere!- appeso
    ------------------------------------------------
    Su Entara2: Jack Darkrose Capitano dell'esercito di Lux Dei e cavaliere del Drago Dorato.
    e Orfeo Dawn (Bardo itinerante)

  8. #8
    Super Member

    JackDarkrose's Avatar
    Join Date
    Mar 2009
    Posts
    1,103

    Default Nuovi crucci e nuove possibilità

    Sedeva a gambe incrociate sotto un'enorme e magnifica quercia. Vicino quell'albero si sentiva al sicuro. Eppure il suo spirito era agitato. Non smetteva di pensare alle creature che avevano attacato i boscaioli e bruciato la loro capanna, rischiando anche di dar fuoco alla foresta stessa. Grazie all'aiuto della Grande Madre ed all'azione di quel gruppo casuale di volontari si era evitato il peggio.
    Ora però il problema sorto era la presenza di questa nuova razza di predatori, dopo varie ipotesi ed anche con l'apporto della sacerdotessa Tissena si era giunti a poche certezze. Probabilmente quelle creature, dalla pelle squamosa e simili a goblin, vivevano nei pressi della palude e con ogni probabilità abitavano il sottosuolo spingendosi in superficie per la caccia.
    Tutto ciò non dava grande consolazione. Cosa lì aveva spinti così vicino al villaggio in cerca di prede? C'era altro oltre la semplice sussistenza dietro l'attacco ai boscaioli? Avrebbero attaccato ancora?
    Troppe domande. Verdevento fece un lungo respiro e decise che era inutile crucciarsi a quel modo. Avrebbe dato il tempo ai nodi di dipanarsi.
    Concentrò la sua coscienza sulla respirazione come tante altre volte aveva fato in passato. Una tecnica che col tempo gli aveva permesso di raggiungere una comunione profonda tra il suo spirito e il mondo esterno. Chiuse gli occhi e lentamente espirò...
    Le percezioni si espansero ed un senso di pace pervase l'uomo, inspirò...
    Qualcosa stava cambiando in lui e certamente questo era il volere della Dea Madre. Il vento mosse la chioma della grande quercia che sembrò per un momento voler cullare la piccola creatura seduta alla base del suo tronco...
    Last edited by JackDarkrose; 31-03-2011 at 10:24.

    Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
    Echi lontani - Delle Erbe e loro apllicazioni


    Jacob Logan - Un colpo una vita!
    Corwin Amber - In ogni tempo proteggere!- appeso
    ------------------------------------------------
    Su Entara2: Jack Darkrose Capitano dell'esercito di Lux Dei e cavaliere del Drago Dorato.
    e Orfeo Dawn (Bardo itinerante)

  9. #9
    Super Member

    JackDarkrose's Avatar
    Join Date
    Mar 2009
    Posts
    1,103

    Default L'attacco del Bosco

    Osservava silenzioso le chiome degli alberi e non riusciva a togliersi dalla mente l'immagine dell'albero che si muoveva verso di loro colpendoli con i suoi pesanti rami. Era un guardiano del bosco o cosa? Non riusciva a calmare il suo spirito per averlo dovuto abbattere insieme ad Imperius ed agli altri. Era partito per una ricerca di bacche nel bosco e si era ritrovato a dover abbattere quella creatura tanto legata alla foresta. O almeno così pensava. Di certo si erano avvicinati al territorio delle fate e degli spiriti del bosco, ma non erano andati più avanti del solito. Forse quell'essere era stato spinto a tanta violenza da una forza malevola. Era certo che non avrebbe avuto risposta a breve ai suoi quesiti. Chiuse gli occhi cercando di riprendere la calma. Poi udì nella memoria l'ululato udito mentre tornavano verso il villaggio. Certamente quel verso non era d'un comune lupo, ma forse era solo la loro immaginazione dopo l'esperienza così inusuale ad avergli giocato uno scherzo. Mentre il resto del gruppo stava decidendo da dove proseguire il cammino egli decise di rinunciare all'impresa. Non dopo aver avvertito gli altri che bisogna saper comprendere quando la foresta è rabbiosa e assetata di sangue. Poi lasciò gli altri alle loro scelte, poichè tutto era stato detto.

    Seduto su una delle rupi intorno ad Ondachiara guardava Bosco Antico immerso nella notte. Sentiva un forte desiderio di tornare lì dove aveva incontrato quell'essere e poter capire, ma sapeva anche che il pericolo era grande. Forse troppo grande per le sue forze, ma non di certo per la sua fede.

    Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
    Echi lontani - Delle Erbe e loro apllicazioni


    Jacob Logan - Un colpo una vita!
    Corwin Amber - In ogni tempo proteggere!- appeso
    ------------------------------------------------
    Su Entara2: Jack Darkrose Capitano dell'esercito di Lux Dei e cavaliere del Drago Dorato.
    e Orfeo Dawn (Bardo itinerante)

  10. #10
    Super Member

    JackDarkrose's Avatar
    Join Date
    Mar 2009
    Posts
    1,103

    Default Esperienza

    Aveva imparato molto dall'ultima escursione nel bosco insieme a quei due cacciatori Sed e Berry che poi li avevano lasciati su quell'altura alla base del vulcano in mezzo alla palude. Nonostante la situazione critica erano riusciti con lo sforzo di tutti a ritornare ad Ondachiara, non senza conseguenze. Ma quello che ora dava soddisfazione a Verdevento era la certezza che stava ottenendo molto dalle nuove esperienze. La sua capacità di far fronte alle insidie del bosco era aumentata, quasi in contemporanea all'aumento dei pericoli nella foresta. L'unica cosa a cui non riusciva a far fronte era la sua necessità di rispondere al suo desiderio di certezze in merito al suo operato ed al motivo percui di druidi non se ne vedevano più. Aveva bisogno di qualcuno a cui chiedere tutto ciò, ma non sapeva chi.
    Guardò la cascata che fragorosa scendeva verso il basso ed una preghiera si formò nel suo animo:
    "Rufus dove sei? Torna ti prego, ho bisogno di te."

    Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
    Echi lontani - Delle Erbe e loro apllicazioni


    Jacob Logan - Un colpo una vita!
    Corwin Amber - In ogni tempo proteggere!- appeso
    ------------------------------------------------
    Su Entara2: Jack Darkrose Capitano dell'esercito di Lux Dei e cavaliere del Drago Dorato.
    e Orfeo Dawn (Bardo itinerante)

  11. #11
    Super Member

    JackDarkrose's Avatar
    Join Date
    Mar 2009
    Posts
    1,103

    Default Il dono di Zampa

    Era una calda giornata di sole. Verdevento avanzava silenzioso nel bosco. Aveva deciso di rimanere nei pressi delle mura del villaggio e sui sentieri limitrofi nella speranza d'incontrare il druido di cui aveva parlato Dorak. Un druido anziano che non aveva rivelato il suo nome. Se davvero quel druido era solito avvicinarsi alle mura avrebbe fatto tutto il possibile per incontrarlo. Sempre che fosse stato davvero un druido e non un folle. Il sole filtrava tra i rami scaldando il volto dell'uomo, il quale rifletteva sugli ultimi avvenimenti.
    La spedizione nelle miniere alla ricerca di non morti, che per fortuna non aveva rivelato la presenza di tali abominevoli creature. Sì vi erano scarafaggi giganti e proprio per tale problema avevano cercato un druido nella foresta a nord senza alcun risultato.
    Si fermò sedendo sul terreno fresco. Un cespuglio di agrifoglio poco distante era pieno di piccole bacche rosse. Guardò quelle foglie ricordando ciò che Rufus gli aveva detto un giorno di tanto tempo fà. Quella pianta era sacra agli dei della Natura e con essa chi aveva il favore della Dea Madre poteva realizzare grandi prodigi. Ne colse un piccolo ramoscello e tenendolo tra le mani restò a lungo a studiarlo. Ad un tratto gli sembrò che in quel ramo scuro ed in quelle foglie vi si potessero vedere le infinite ramificazioni che la vita assume nel suo costante ciclo. Sentì come un peso sollevarsi dal petto ed un sorriso affiorò sulle sue labbra, mentre rivolgeva la sua preghiera a Thela.
    Improvvisamente udì dei suoni imprecisati, simili a dei bramiti sommessi ed un rompersi di rami e foglie. Impugnò il bastone e si avviò cauto nella direzione da cui provenivano. Giunse nel luogo esatto dei rumori e quello che vide lo lasciò in un primo momento interdetto. Un orso bruno, giovane dalle dimensioni, aveva infilato la testa in un buco d'un albero e, dalle api inferocite che svolazzavano intorno ad esso, di certo lo aveva fatto per prendere il miele dal loro alveare. Ma ora era rimasto incastrato e non riusciva più ad estrarre il capo. Verdevento prese un piccolo involto di foglie da una sacca. Era una crema di Bastit, una parte di quella che aveva preparata per Dorak. Si cosparse il corpo con il preparato in modo da tenere lontane le api. Quindi si avvicinò lentamente e quando fù prossimo all'orso gli posò una mano sulla schiena pronunciando una preghiera alla Dea e parole sicure in silvano per tranquillizare l'animale. In un primo momento l'orso reagì spaventato dimenandosi più forte, poi come comprendendo Verdevento si quietò. Intanto le api, sentendo l'odore del Bastit, si erano allontanate. L'uomo allora prese un piccolo coltello e con molta cautela iniziò ad incidere il legno intorno alla testa dell'orso, cercando di non ferirlo. Mentre lavorava continuava a parlare per tranquillizare l'orso. Infine la testa dell'animale uscì dal tronco. Verdevento fece alcuni passi indietro sperando che l'orso non decidesse di avventarsi contro di lui. Aveva la pelliccia bruna e la zampa destra di colore grigio sporco. I due si studiarono per un poco, poi Verdevento salutò l'orso con parole di devozione a Thela e lentamente si allontanò.
    Mentre camminava tra gli alberi era felice di aver potuto aiutare quella creatura e non poteva fare a meno di ringraziare la Dea Madre per come fosse riuscito a tenere calmo l'animale. Forse l'agrifoglio lo aveva aiutato nell'impresa, mentre rifletteva così sentì alle sue spalle dei rami che si spezzavano. Si voltò e vide l'orso di poco prima che lo studiava. Era venuto per attaccarlo? Non sembrava. Quindi notò che l'animale teneva in bocca un pezzo di favo grondande miele. Passarono alcuni istanti quindi l'orso si avvicinò tranquillo e depose il favo ai piedi di Verdevento. Era un offerta di ringraziamento ne era sicuro. La prese con gioia e mangiò un poco di miele. L'uomo restò a guardare l'orso, il quale bramì soddisfatto. Verdevento allora offrì il miele all'orso dividendolo con lui e mentre imparavano a conoscersi disse all'animale:
    "Se per te va bene ti chiamerò Zampa. Io sono Verdevento e sono certo che avremo modo d'incontraci ancora qui nel bosco."
    Gli carezzò la testa pelosa e morbida e gli tornò in mente quando, da bambino, lo faceva con Rufus. Quindi si avviò lungo il sentiero ricoperto di foglie mentre l'orso, con andatura giocosa, si avviò con lui. Verdevento contento lo lasciò fare e rivolto lo sguardo al cielo alzò una preghiera a Thela ed un grazie al suo mentore Rufus.
    Ora era certo che il bosco lo stava accogliendo...


    Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
    Echi lontani - Delle Erbe e loro apllicazioni


    Jacob Logan - Un colpo una vita!
    Corwin Amber - In ogni tempo proteggere!- appeso
    ------------------------------------------------
    Su Entara2: Jack Darkrose Capitano dell'esercito di Lux Dei e cavaliere del Drago Dorato.
    e Orfeo Dawn (Bardo itinerante)

  12. #12
    Super Member

    JackDarkrose's Avatar
    Join Date
    Mar 2009
    Posts
    1,103

    Default Saper attendere

    Da qualche giorno frullava nella mente di Verdevento l'idea di trovare il vecchio druido. Le ricerche nel bosco non avevano portato a nulla. E dopo il racconto di Jalynfein, sull'incontro avuto fuori le mura con il druido e con i mannari che l'inseguivano, aveva preso una decisione. Se il druido non si faceva trovare allora avrebbe egli atteso che il druido si mostrasse ai suoi occhi. Si accampò poco fuori le mura e sarebbe rimasto lì tutto il tempo necessario. L'unica cosa che non si era aspettato era di trovarsi intorno un gruppo così nutrito di persone, tra cui anche un benestante curioso ed annoiato di nome Sergisal in cerca di emozioni. Ad ogni modo dopo disquisizioni futili ed il rinvenimento di quella cintura insanguinata, probabilmente i resti di qualcuno divenuto cibo per qualche animale selvatico, l'euforia iniziale per l'attesa del druido svanì. Ben presto Verdevento si ritrovò solo nella notte ad osservare le chiome degli alberi mosse dal vento.
    Lo scetticismo di molti non lo toccava, ormai era abituato alla logica lineare delle persone. Al loro credere che un percorso non comune o 'folle', come molti lo definiscono, sia privo di alcuna utilità.
    Spesso 'folle' è solo il modo in cui i cosidetti 'savi' definiscono ciò che non comprendono. Verdevento era certo che la fede e la perseveranza avrebbero dato i propri frutti se si sapeva aspettare. Udì un bramito, poi notò un movimento tra gli alberi lontani. Aguzzò gli occhi e vide la sagoma d'un orso. Era Zampa che lo osservava. Dopo che i due ebbero incrociato lo sguardo, l'orso si inoltrò nuovamente nella foresta silenzioso. La notte proseguì quieta e tranquilla ed al sorgere del sole Verdevento innalzò la sua preghiera alla Dea Madre ancora una volta.

    Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
    Echi lontani - Delle Erbe e loro apllicazioni


    Jacob Logan - Un colpo una vita!
    Corwin Amber - In ogni tempo proteggere!- appeso
    ------------------------------------------------
    Su Entara2: Jack Darkrose Capitano dell'esercito di Lux Dei e cavaliere del Drago Dorato.
    e Orfeo Dawn (Bardo itinerante)

  13. #13
    Super Member

    JackDarkrose's Avatar
    Join Date
    Mar 2009
    Posts
    1,103

    Default La cintura ed il fiore

    Ultimava un impasto d'erbe riflettendo sulla scoperta preoccupante ricavata dalla cintura insanguinata rinvenuta presso le mura del villaggio. Jalynfein e Melisanda avevano appurato che la cintura apparteneva al cacciatore scoparso, la cui moglie aveva affisso in locanda un volantino per la scomparsa dell'uomo. I due allora avevano deciso di chiedergli se vi fosse possibilità di capire perchè un cane si fosse spaventato annusando l'odore della cinta per ricercarne il proprietario. Dopo alcune valutazioni ed ipotesi gli era venuta l'idea e si era fatto seguire fuori il paese dai due inseme a quel giovane di nome Tsarset. Aveva quindi richiamato Zampa e lanciato un semplice incantesimo concessogli dalla Grande Madre per comunicare e comprendere il linguaggio dell'animale. Poi fece annusare la cintura all'orso che immediatamente divenne rabbioso. Parlò allora all'orso calmandolo e facendosi spiegare il motivo di tanta rabbia. E quello che venne a sapere confermò una delle ipotesi fatte, con la differenza che ora era certezza. Il sangue sulla cinta era umano e quindi probabilmente del cacciatore, mentre l'altro odore presente sull'oggetto era quello di un mannaro. Ora sapevano che i mannari esistevano ed avevano attaccato l'uomo scomparso. Si erano quindi dati appuntamento per una ricerca sfruttando anche il fiuto di Zampa.
    Mise l'impasto in mezzo a delle foglie larghe che velocemente legò. Riponendo poi il pacchetto in una sacca gli finì tra le mani il tubicino consegnatogli da quella donna, Esmeralda. L'aveva portata al tempio per farla curare il giorno che erano entrati nelle miniere e lei lo aveva ringraziato alla locanda con quell'oggetto. Tirò fuori dal tubicino il foglietto con stesa sopra una dalia essiccata. Sorrise pensando al significato di quel fiore e poi ripose nuovamente il tutto nella sacca. Di certo se conosceva il significato del fiore la madre della ragazza aveva insegnato bene ad Esmeralda le piante ed il mondo della flora. Avrebbero avuto sicuramente modo di discutere dell'argomento in futuro.
    Ad ogni modo era ora di tornare ad Ondachiara, forse il druido sarebbe comparso oggi. Impugnò il bastone e, ringraziando la Dea Madre per i suoi doni, si avviò attraverso il bosco con passo deciso.

    Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
    Echi lontani - Delle Erbe e loro apllicazioni


    Jacob Logan - Un colpo una vita!
    Corwin Amber - In ogni tempo proteggere!- appeso
    ------------------------------------------------
    Su Entara2: Jack Darkrose Capitano dell'esercito di Lux Dei e cavaliere del Drago Dorato.
    e Orfeo Dawn (Bardo itinerante)

  14. #14
    Super Member

    JackDarkrose's Avatar
    Join Date
    Mar 2009
    Posts
    1,103

    Default Tracce

    L'uomo camminava attraverso la boscaglia seguito da presso dall'orso. I due sembravano in completo accordo mentre studiavano la vegetazione che li circondava. Verdevento rifletteva sulla, fino ad allora, infruttuosa attesa del vecchio druido presso la cinta muraria di Ondachiara. Eppure era ancora fiducioso sul fatto che, presto o tardi, avrebbe incrociato i passi dello sfuggevole druido. Improvvisamente notò Zampa avvicinarsi alla base di un grande frassino ed annusare interessato alla base del tronco. Avvicinandosi l'uomo notò una sorta di giaciglio ricavato con delle foglie sul terreno. Di certo qualcuno vi aveva riposato. Allora, guardando l'orso che fiutava l'aria, pronunciò alcune parole e attese qualche istante. L'orso bramì sommessamente verso Verdevento, il quale parlò in risposta:

    "Ah sì, Jethro. Beh avrà i suoi motivi amico mio."

    Quindi Verdevento restò qualche istante in silenzio ripensando alla conversazione avuta al villaggio con il tale. Poi rivoltosi ancora verso l'orso, disse:

    "Credo che potremo dargli una mano nella sua ricerca. In fondo mi pare una causa meritevole di attenzione. Vero Zampa?"

    L'orso alzò il muso verso Verdevento e con un bramito accondiscendente si rimise in marcia. L'uomo con alcuni passi veloci arrivò di fianco all'orso e gli accarezzò il pelo della testa continuando a rifglettere tra se. Sarebbe andato a parlare nuovamente con la sacerdotessa Tissena. Da quando la Grande Madre gli aveva concesso la sua benedizione non aveva ancora avuto modo di scambiare con l'elfa alcune impressioni.
    Lentamennte le figure dell'uomo e dell'orso scomparvero nella foresta mentre il sole si apprestava a percorrere il suo ultimo tratto nel cielo.

    Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
    Echi lontani - Delle Erbe e loro apllicazioni


    Jacob Logan - Un colpo una vita!
    Corwin Amber - In ogni tempo proteggere!- appeso
    ------------------------------------------------
    Su Entara2: Jack Darkrose Capitano dell'esercito di Lux Dei e cavaliere del Drago Dorato.
    e Orfeo Dawn (Bardo itinerante)

  15. #15
    Super Member

    JackDarkrose's Avatar
    Join Date
    Mar 2009
    Posts
    1,103

    Default Piuma, cappello e gatto

    Al limitare del bosco Verdevento era intento ad ultimare le varie consegne di unguenti ed erbe raccolte nei giorni precedenti, i giochi e le gare in programma al villaggio gli avrebbero facilitato la consegna del tutto. Nel mentre ripensava alla discussione ed ai divertenti aneddoti usciti la sera precedente presso la locanda. Una disquisizione sull'origine di una piuma di gallo cedrone. La vanità e l'incertezza spesso celata sotto un cappello. Infine il gatto diversivo, ovvero come spesso mascheriamo i nostri timori e le nostre ansie con semplici gesti o scuse. Verdevento sorrideva ripensando a quelle manifestazioni delle emozioni umane.
    Poi la sua attenzione si spostò sulla questione dei bugbear ed alla loro sedicente guida chiamato 'Lui'. Di certo vi era un legame con la situazione di Bosco Antico, ma quale? Gli tornò alla mente la parola detta da Bartus ed alzando la testa dai vari involti di foglie, scrutò meditabondo il folto della foresta.
    Dopo un lungo respiro finì di preparare l'unguento curativo per Kaleb ed avvolse anche le foglie rosse essiccate che avrebbe consegnato a Bartus, certo che il Sinquoi avrebbe concesso all'uomo un pò di calma per riflettere meglio sulle proprie decisioni, non sempre così azzeccate visti gli eventi della sera precedente.
    Dalla boscaglia comparve rumoroso Zampa con in bocca un favo grondande miele. Verdevento lo guardò, poi disse:

    "Sempre il solito incorregibile."

    Allora prese il bastone e sorridendo si avviò verso Ondachiara. L'orso, reclinando il capo, osservò l'amico allontanarsi per poi ficcare il muso nel dolce pasto.

    Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata.
    Echi lontani - Delle Erbe e loro apllicazioni


    Jacob Logan - Un colpo una vita!
    Corwin Amber - In ogni tempo proteggere!- appeso
    ------------------------------------------------
    Su Entara2: Jack Darkrose Capitano dell'esercito di Lux Dei e cavaliere del Drago Dorato.
    e Orfeo Dawn (Bardo itinerante)

Page 1 of 3 123 LastLast

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •