Risultati da 1 a 1 di 1
  1. #1
    Newbie Member


    Data Registrazione
    Jun 2017
    Messaggi
    15

    Predefinito Un nuovo nemico si affaccia alle porte di Sosaria. Un nemico mai sconfitto del tutto.

    Le due sorelle passeggiavano pacifiche, accompagnate dai loro cavalli e dal draghetto bianco. Per quanto spaventoso a prima vista l'animale, conscio che sarebbe potuto andare via in qualsiasi momento, si lasciava controllare dalla ragazza più giovane. Per di più, otteneva sempre del cibo per i suoi servigi e trovava soddisfacente uccidere per divertimento. Gli piaceva vedere il dubbio negli occhi della ragazza ogni volta che le si avvicinava troppo.
    Le protezioni slacciate e gli elmi sottobraccio facevano trapelare la pace che riempiva i loro cuori in quel momento, una sensazione che riuscivano a provare solo nel boschetto di Yew, curato dagli elfi silvani.
    Le due discorrevano tranquillamente di come l'ordine aveva ritrovato fede nelle virtù, nuovi scopi e nuovi adepti. Del lavoro che ora spettava ai fratelli più grandi e a tutti loro. I loro mantelli blu sventolavano fieri, in una leggera brezza serale che sfiorava le fronde.
    Verso la strada di casa di Jyin che, per la sua indole tranquilla, aveva sempre prediletto la pace della foresta rispetto alla più caotica città della sorella, Britain, un brivido lungo la schiena le scosse senza preavviso.
    Senza rendersene conto, entrambe si fermarono ed incominciarono ad aiutarsi a vicenda a serrare nuovamente le armature e a risalire in sella. Qualcosa aveva disturbato il loro spirito, il loro istinto abituato ad essere sempre reattivo fece il resto. Il draghetto bianco fiutava l'aria nervoso.
    Nuovamente, un'ombra maestosa e terrificante passò sopra di loro: questa volta ebbero tutto il tempo di alzare gli occhi al cielo e vedere cosa fosse: la creatura immonda aveva volutamente rallentato il volo, quasi a restare sospesa sopra di loro e a mostrare in tutto il loro scintillio i denti aguzzi.
    Non ebbero nemmeno il tempo di guardarsi negli occhi ma subito, senza esitare, iniziarono a muoversi entrambe in formazione, coprendo ognuna i punti ciechi dell'altra e tenendo sempre sotto controllo la minaccia.
    "Uno, due, tre... non ne vedo altri sorella, non so quanti ce ne potrebbero essere". Erano giunte al centro del paese e già i draghi neri giravano indisturbati, facendo razzia, squarciando con i loro poderosi artigli, incendiando tutto quello che capitava a tiro con una malvagità intrinseca ed una precisione chirurgica.
    "Sorella, vai alla campana della città e suona l'allarme mentre io decido il da farsi. E prega, affinchè qualcuno giunga presto in aiuto". Era sempre stato così tra loro, d'altra parte Melania era più vecchia e abituata alle battaglie, era stata spesso con i fratelli maggiori Aladin e Gamelef in battaglia per ristabilire l'ordine e la pace, in un paese in guerra tra la sua stessa gente ed insidiato da minacce provenienti da ogni fronte.
    Fortunatamente, alcuni avventori rispondevano al segnale di pericolo ed in poco tempo una furiosa lotta iniziava tra i vicoli di Yew.
    Il draghetto bianco mordeva e rispondeva a sua volta alle fiamme, le lame scintillavano nel rosso dei fuochi appiccati dagli invasori, la gente urlava spaventata e in preda a puro terrore.
    Come ogni storia che si rispetti, ovviamente i buoni vincono ed i cattivi perdono. Tutti i draghi invasori venivano uccisi grazie allo sforzo di tutti coloro che erano giunti in difesa della città di Yew.
    Ma...
    Dopo che la pace sembrava finalmente ristabilita e le due sorelle stavano giungendo a casa di Jyin, salutando prima la loro vecchia amica Clara lungo la strada, qualcosa di completamente inaspettato avveniva senza preavviso, qualcosa le colse alla sprovvista.
    Un enorme dragone rosso, grosso almeno il doppio dei draghi che avevano messo a ferro e fuoco la città, atterrò pesantemente davanti a loro.
    Rischiarono più e più volte la vita, mentre Clara inorridiva, incapace anche solo di respirare per non disturbare la concentrazione delle sorelle.
    Alla fine ebbero la meglio ma, prima di esalare l'ultimo sbuffo di fumo, il dragone guardò negli occhi Jyin e le mostrò chiaro in mente il suo messaggio di terrore: "Arriveremo. Siamo pronti ed affamati. Siate pronti o soccomberete."
    Ultima modifica di Erdrin; 29-10-2018 alle 17:35
    Erdrin of Yew [HoD]
    Gamelef Stark [HoD]
    Jyin [HoD]
    - olderrimo gidierre -

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •