Da mesi ho ormai perso i contatti con i miei compagni.
Nessuna notizia, nessun avvistamento, nessun nuovo bottino o segno di passaggio, le stanze del nostro covo deserte, vuote, sembrano abbandonate a se stesse.
I piani alti che avevamo progettato di arredare nei primi giorni del nostro insediamento sono ancora vuoti, sterili e polverosi.
Ha senso definirci ancora una Lega?
La gente ha di noi solo un ricordo, non siamo più temuti, non vedo più nei loro occhi la tensione, il timore di un agguato, la febbricitante ricerca, la fretta nel nascondere i propri tesori e scappare al sicuro, sarebbe così facile riprendere il lavoro, eppure non ne ho le forze, caduto nell'oblio forse sono anch'io destinato a sparire nel buio come i miei fratelli, ormai senza scopo o ambizioni.
Ho abbandonato il rifugio, sigillandone l'entrata, lasciando solo qualche segnale per i miei compagni su come contattarmi nel caso, un giorno, qualcuno tornasse; sempre che quel giorno io sia ancora vivo.
Tutte le mie ricerche non sono valse a nulla, non ho più un credo, non ho più amici, non resta che sparire nell'ombra, per l'ultima volta con queste vesti oscure.

La Lega delle Ombre non esiste più.