Results 1 to 1 of 1
  1. #1
    Baby Member

    Als89's Avatar
    Join Date
    Nov 2015
    Age
    30
    Posts
    85

    Default [Background] Relis il Druido

    <<Ma quindi, Sacerdote Relis, come sei finito a Delucia?>>



    Era ormai notte fonda e la taverna cominciava a svuotarsi. Il fuoco ancora acceso a pochi passi dal nostro tavolo, ci scaldava piacevolmente.
    Come ero finito a Delucia? Quella domanda da parte di un viandante che mi accompagnava da giorni, mi aveva per un momento zittito. Fissavo il fuoco, aspettavo che mi parlasse, che prendesse forma, per
    aiutarmi nel mio racconto.

    <<In realtà, sono nato a Britain. La mia famiglia era molto devota e partecipava alla vita religiosa di tutti i giorni. Al compimento dei miei 10 anni, alla proposta
    dell'Alto Sacerdote, mio padre accettò di mandarmi a studiare con i sacerdoti. Per lui era un onore. Avevo molto rispetto per mio padre, si impegnava molto per rendere
    migliore la nostra vita, per quel che riusciva.>>
    Padre, purtroppo non sono riuscito ad aiutarvi, non penso che me lo perdonerò mai.

    Mi resi conto della mia aria triste e, per riaccendere velocemente il discorso, feci roteare le fiamme del fuoco, fino a fargli prendere forma.
    La fiamma assunse la forma indefinita di un sacerdote che studiava, i miei anni passati sui tomi, prima di scoprire la mia vera missione.

    Volsi lo sguardo verso il mio amico ascoltatore e ripresi a parlare:
    <<Come sai, non ho finito gli studi. E' stata una mia scelta, anche se su consiglio di... "un amico".
    Un pomeriggio, mentre mi esercitavo con le cure nei boschi appena fuori Britain, sentii delle urla provenire dalla parte del lago. Ero spaventato, ma forse qualcuno
    era in pericolo.
    Mi decisi a correre verso il lago dove una donna chiamava aiuto. Qualcosa si agitava nel centro del lago... un bambino. Suo figlio!>>

    Di scatto con un gesto della mano, cambiai la forma della fiamma in una donna in lacrime.

    <<Suo figlio stava annegando e io ero l'ultimo dei nuotatori di Britain. La donna mi implorava di aiutarla, ma io ero li, fermo, non potevo fare nulla se non guardare
    suo figlio annegare.>>

    Il viandante era visibilmente preso dalla storia (forse merito anche dell'ottimo vino) e mi interruppe bruscamente: <<NON L'HAI LASCIATO ANNEGARE VERO!?>>, urlò.

    <<No. L'abbiamo salvato.>>

    <<TU E LA MADRE!?>> chiese frustrato.

    <<No. Io e la natura.>>
    Lasciai la fiamma riprendere la sua forma naturale.

    Il mio amico, che dall'agitazione si era praticamente alzato dalla panca, si rimise seduto un po' perplesso.
    <<Tu e... la natura?>> chiese.

    <<In quel momento, mentre ero immobile a fissare il bambino che annegava, il vento mi sussurò. Non erano parole, erano pensieri.
    Il tempo era come immobile mentre ascoltavo: 'Relis, la Natura è tua alleata. La Natura è intorno a te, abbracciala!'. Qualcosa si sbloccò dentro di me.
    Potevo sentire la Natura come estensione del mio corpo. Potevo chiederle aiuto! Mi concentrai con tutto me stesso, chiedevo all'acqua di fare qualcosa, di aiutarci.
    Una colonna d'acqua si alzò da sotto il bambino e si spinse fino alla sponda del lago, dove venne riassorbita dolcemente dal lago, lasciando il bambino cadere sulla terra ferma.>>

    <<Wow, deve essere stato fantastico. Ma è così facile essere un Druido Sacerdote? Basta chiedere?>> chiese il viandante.

    Non trattenei il sorriso.
    <<Purtroppo, dopo quell'evento, non sono più riuscito a controllare la Natura per molto, molto tempo. Lasciai i Sacerdoti per avvicinarmi alla Natura. Incontrai una cerchia
    che mi prese come iniziato. Passarono anni di studi e allenamenti prima che la Natura mi rispose di nuovo. Forse, quella prima volta, la Natura aveva bisogno di me per poter salvare
    il bambino. Forse il merito è della natura e io ero un semplice tramite. Ma la cosa importante è che ha funzionato.>>

    <<Ok ok, facciamo che ti credo. Ma ancora non mi hai risposto, come sei finito a Delucia?>> borbottò mentre mandava giù l'ultimo boccale di vino.

    <<Quando la natura iniziò a parlarmi di nuovo, mi assegnò una missione. C'era un posto lontano, delle Terre Perdute, dove la natura faticava a resistere.
    La natura moriva e il suo potere si affievoliva. La mia missione è scoprire cosa sta succedendo e fermarlo per il bene della madre terra. Questo mi ha portato
    alle porte di Delucia, unico avamposto sicuro di quelle terre. Li fui accolto dal sindaco, Lord Breaker. Era anche il fedele vice della gilda della città: Le Vecchie Leve.
    Mi invitò ad unirsi a loro, perchè potevano assitermi nella mia missione, mentre io potevo tornare utile a loro nel combattimento. Dopo una chiacchierata
    durata una notte intera insieme a Breaker e Suleiman (capo della gilda), mi convinsi che le loro intenzioni erano nobili e che ne sarebbe potuta iniziare un'amicizia che andava oltre le missioni personali.>>

    <<Quindi siete qui in missione? Siete di passaggio?>>

    Ormai erano passati anni dal mio arrivo a Delucia. Possedevo delle proprietà lì, avevo dei legami. Era la casa delle Vecchie Leve.

    <<No... No. Delucia è casa mia ora. Che la Natura la protegga.>>
    Last edited by Als89; 22-02-2018 at 21:04.


    Relis [LvL] - Druido Cannarolo
    Duff [LvL] - Bardo Scassaballe
    Bellhamy of Delucia[LvL] - Ranger Scroccone

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •