Un ragazzino è sbucato dal nulla, senza che i miei sensi lo cogliessero, gli occhi chiarissimi mentre canticchiava una filastrocca, sembrava una canzone da ragazzini ma ad un tratto ha preso una piega macabra e cupa, mi ha chiamato per nome e mi ha detto: "E' ora di chiamarli, Gestas.. è ora di muoverli.. sbrigati.. sbrigati!!!"

Dopodiche, i suoi occhi sono diventati marroni, e se n'è andato, senza degnarmi di uno sguardo.
Sono tornato al covo, scosso, anche se so chi c'è dietro a tutto questo, l'entità ci segue ancora, non posso che seguire la sua richiesta, cercherò di radunare le Ombre e riportarle all'opera: se vuole delle vite glie le porteremo, e se questo aiuterà a liberare Jonny, tanto meglio.
Scriverò una nuova proposta ai barbari, ma in cuor mio, spero non la accettino.