PDA

View Full Version : [Editto] Legislazione di Nujel'm



Shin_of_Radek
22-12-2006, 19:35
Con il seguente editto, si annuncia la proclamazione del Signore della città di Nujel'm, riconosciuto
dal popolo nella persona di Lord Shin of Nujel'm, reggente per conto dei Cacciatori di Radek.

Egli avrà il potere di legiferare nella zona di propria giurisdizione e valutare di persona le infrazioni
alle seguenti leggi che da ora in poi hanno effetto immediato in tutto il territorio dell'isola.

Le leggi in vigore rispecchiano quelle vigenti a Radek, espressione dei valori e principi della comunità dei Cacciatori di Radek.


Forze dell’ordine cittadino:

E' possibile richiedere l’aiuto delle guardie esclusivamente per scopi legati alla difesa della città, o
per proteggere l'incolumità propria delle persone all'interno dell'isola.

Non e' permesso utilizzare l'area protetta dalle guardie per evitare combattimenti cercati
consapevolmente.

E' vietato aggredire persone in città: sono concessi solamente combattimenti in forma di duello, se
accettati da entrambe le parti e supervisionati da un giudice.

La pena sarà inizialmente un avvertimento e successivamente, qualora si ripetesse la violazione
della legge, l'individuo sarà bandito dalla città, per un periodo deciso dal Lord, e prontamente
informato della pena.



Rispetto del luogo e dell’altrui presenza:

Nujel'm è una città neutrale per cui chi la frequenta può incontrare individui di razza, allineamento o
stile di vita differente dal proprio, per cui è richiesto il rispetto o quanto meno tolleranza nei
confronti di mentalità, religioni e tradizioni altrui.

Durante lo svolgimento di attività o dialoghi, è consigliato evitare l'uso di termini e atteggiamenti
non adeguati o di cattivo gusto che possano offendere gli interlocutori; in caso di interventi inadeguati
sarà il Lord a giudicare la pena per il disturbo arrecato.



Giustizia:

In presenza di scorrettezze a discapito di visitatori o cittadini da parte di terzi e previa testimonianza
dell’accaduto, il danneggiato può, a seconda delle circostanze, richiedere un giusto risarcimento al
danneggiante, se approvato da almeno un membro del consiglio cittadino.

A questo proposito il danneggiante può ricorrere in appello in caso ritenga infondata o di parte
l'accusa; si passerà poi al fermo degli elementi dibattuti e alla stesura di un verbale.


- MODELLO DI VERBALE -

* Capo di Imputazione
* Accusa
* Imputato
* Data
* Membro del Consiglio
* Data dell’udienza
* Recapiti
Si terrà successivamente un'udienza al tribunale cittadino.
A decidere il verdetto sarà una giuria di otto Consiglieri dei Cacciatori di Radek estratti a sorte, presieduti dal Lord o,
qualora non fosse presente, da colui che ha steso il verbale.

Nel caso in cui l'accusa non si presenti all'udienza, l'imputato verrà scagionato in formula piena, e i
beni fermati gli verranno resi.

In caso di assenza dell'imputato, all'accusa spettano i beni fermati e all'imputato verrà segnato un
precedente; in caso di eccessivi precedenti potrebbe correre il rischio di essere bandito dalla città.



Diritti e Doveri:

- Visitatori:

Sono tutti coloro che non sono cittadini, cittadini onorari o abitanti.
La natura di neutralità della città, lascia libertà di ingresso anche a persone con precedenti per legge,
pur che essi vengano in pace e non siano stati precedentemente allontanati dal Lord o dal Consiglio di Radek
e per questi motivi, sono da considerarsi tutelati e non devono essere perseguiti all'interno delle
mura.


- Cittadini:

Le richieste di cittadinanza, saranno valutate e confermate dal Lord e dal Consiglio dei Cacciatori di Radek,
in base alla storia e all’impegno verso la comunità, dimostrato dal candidato.
Il procedimento che il Consiglio utilizzerà per la conferma di cittadinanza verso persone esterne alla
gilda, sarà il seguente.

La proposta verrà valutata nella riunione successiva alla richiesta.
Da quel momento il Consiglio procederà raccogliendo il maggior numero di informazioni sul candidato,
per un periodo di indagine massimo di un mese.
Quando il Consiglio avrà raccolto sufficiente materiale per avere un’immagine completa della persona
che si sta per accogliere, procederà con una votazione che porterà, in caso di maggioranza alla nomina
del cittadino.
La richiesta di cittadinanza non sarà presa in considerazione dal Consiglio per estranei i cui nomi siano
presenti nella lista pubblica delle persone non ammesse alla città.

Per essere cittadino bisogna esporre al Consiglio i propri trascorsi e le motivazioni che lo hanno spinto
ad avvicinarsi alla città, dimostrando di conoscere bene la sua storia e le sue tradizioni.
Quello che importa maggiormente è che ogni cittadino cerchi di integrarsi con i ruoli altrui, coinvolgendo
anche le comunità esterne, invitandole ad aderire a qualsiasi tipo di attività venga svolta in ambito
pubblico, o che dimostri un effettivo e concreto interesse nei confronti del rapporto con gli altri cittadini,
con le gilde o altre associazioni di Nujel'm.
Dovrà conoscere a fondo lo statuto cittadino e sottostare alle sue leggi, rispettandole e facendole applicare,
qualora le vedesse infrante, sollecitando l’intervento del Corpo di Guardia.


- Cittadini Onorari:

Sono coloro che pur avendo casa, gilda o origine in altre città, di adoperano, per partecipazione e serietà,
a favore di Nujel'm o del suo popolo.
Può essere proposta la nomina di cittadino onorario solo da uno dal Lord o da un membro del Consiglio dei Cacciatori di Radek.


- Abitanti:

Coloro che hanno domicilio a Nujel'm. Possono diventare abitanti soltanto i cittadini.
Un abitante non dovrà ospitare sotto il proprio tetto persone che abbiano commesso crimini
verso la città o che siano stati mandati in esilio.
Se la persona ospitata fa parte di un’ associazione o una gilda ritenuta fuorilegge, può chiedere di
riscattare la sua posizione, per essere tollerato, solo se esso stesso non è stato diffidato per aver
violato la legislazione cittadina.



Case e Domicilio:

Un cittadino che desideri prendere casa a Nujel'm, dovrà mantenere una partecipazione attiva alla vita
sociale della città, requisito fondamentale per avere questo privilegio.
Le abitazioni sono destinate ai cittadini e cittadini onorari che si dimostrino seri, che rispettano la città
e i suoi abitanti, nonché propositivi e operosi nelle altrui attività.


- Vendita:

La richiesta da parte di un cittadino dell’acquisto di una casa verrà valutata dal Lord che
procederà aprendo un’asta pubblica in cui definirà il prezzo d’asta di base, i rilanci minimi, il tempo di
durata della stessa e una lista di offerenti ritenuti idonei ad avere un’abitazione.
La ventesima parte del prezzo iniziale d’asta (5%), aggiunta al valore complessivo dei rilanci, verrà quindi
assegnata alle casse cittadine.


- Passaggio di Proprietà:

Non è permesso il passaggio di proprietà diretto tra abitanti ma dovrà essere proposto al Lord, che
valuterà situazione e prezzo richiesto.
In ogni caso la decima parte (10%) del ricavato verrà utilizzata per il pagamento delle spese cittadine.
Il passaggio non subirà detrazioni se l’acquirente che acquista casa era convivente da lungo tempo del
proprietario dello stabile e solo se già cittadino o cittadino onorario.


- Sfratto:

Qualora una casa risulti occupata da una persona che, anche se presente, manchi di partecipazione
attiva alla vita sociale oppure abbia perso il diritto ad essere cittadino, il Lord è tenuto a proporre una
riunione del Consiglio dei Cacciatori di Radek, per valutare se concedere o meno una proroga allo sfrattato.

Qualora la casa appartenesse a più persone, è compito del Consiglio stabilire effettuare il
passaggio di proprietà agli altri conviventi, oppure se destinare l’abitazione ad un’asta pubblica.

La revoca della casa avverrà nel seguente modo:
verrà comunicato lo sfratto tramite notifica scritta e contemporaneamente verrà resa pubblica la cessione
prossima dell’immobile, in modo che gli interessati possano manifestare al consiglio un loro interesse.
L’ingiunzione rimarrà latente fino a che la casa non verrà aggiudicata all’asta ad un nuovo proprietario.
Al termine dell’asta, il precedente possessore dell’immobile avrà dieci giorni di tempo per liberarlo.
Al momento del passaggio di proprietà, il pagamento verrà effettuato direttamente al vecchio proprietario,
e da questa somma verrà trattenuta la quinta parte del prezzo iniziale d’asta (20%), aggiunta al valore
complessivo dei rilanci, che verrà quindi assegnata alle casse cittadine.



Firmato: Lord Shin of Nujel'm